Gelo polare: generale calo delle temperature soprattutto sui rilievi: in Lombardia, massime in calo sui monti, in pianura valori minimi sulle zone pianeggianti intorno a 2°C.

Gelo polare in arrivo

Come riporta 3BMeteo, tmperature in netta e forte diminuzione su diverse Nazioni d’Europa centro settentrionale per via dell’arrivo di una massa d’aria gelida di recente origine artica. Sono questi gli effetti per fine mese dello split del vortice polare, conseguenza del forte ed anomalo riscaldamento della Stratosfera avvenuto negli ultimi giorni.

Masse d’aria in movimento

Con il rafforzamento dell’anticiclone alle latitudini settentrionali una saccatura legata al secondo lobo del vortice polare sprofonderebbe in Europa ed il freddo rincarerebbe la dose. La massa d’aria gelida interesserebbe inizialmente Scandinavia, Baltico, Polonia e Bielorussia, per poi dilagare a Danimarca, Germania, Paesi Bassi Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, Austria e Francia. Disagi per gelo e neve non sono da escludersi.

Modelli meteo complessi

Allo stato attuale sarebbero le Nazioni Oltralpe ad essere maggiormente coinvolte dal passaggio del nucleo gelido. Per quanto riguarda l’Italia sarebbe più coinvolto il Nord, marginalmente il Centro e poco il Sud seppur i valori risulterebbero sotto le medie ovunque. C’è da dire che con la circolazione orientale ( antizonale) i modelli faticano non poco ad inquadrare la situazione. Questa per il momento rimane solo una linea di tendenza.