Livello del Po cresciuto di oltre due metri in 24 ore, a causa delle intense precipitazioni che tra sabato e domenica si sono abbattute sul territorio.

Livello del Po

Da un monitoraggio effettuato in mattinata al Ponte della Becca si evidenzia come il rapido aumento del livello del principale fiume italiano sia significativo. Diversi anche i corsi d’acqua e torrenti che hanno registrato una criticità.

Idrometro a -4

Il Po ha raggiunto in queste ultime ore il colmo di piena al Ponte della Becca: l’idrometro ha segnato metri 5,49 alle ore 10 di questa mattina. Il livello di guardia è fissato a 3,50 mt. A Cremona dovrebbe raggiungere i 4 metri: il livello di guardia in questa zona è mt 3,20.

Situazione monitorata

L’afflusso d’acqua proveniente dal Piemonte nel fiume Po è quindi superiore al previsto, ma la situazione non desta per il momento preoccupazioni particolari. I tecnici dell’AIPO, l’Agenzia interregionale per il Po, stanno monitorando costantemente la situazione.

Rischio frane o smottamenti?

L’arrivo di piogge e temporali violenti però preoccupa per la stabilita idrogeologica. Molti comuni, anche nella Bassa, sono a rischio frane e/o alluvioni, soprattutto per la grande presenza di corsi d’acqua.

Leggi anche:  In Lombardia cresce il ricorso al Banco Alimentare

Media di precipitazioni in aumento

Una situazione favorita dal fatto che tra pioggia, gelo e neve è caduta in questo inverno in Italia il 16% di acqua in più rispetto alla media storica. Una decisa inversione di tendenza rispetto al deficit idrico fatto registrare nelle stagioni precedenti.