Quattro persone arrestate dopo una rissa degenerata nel centro di Roverbella: spunta pure una pistola “scacciacani”.

Quattro persone arrestate

A Roverbella, alle ore 20.00 circa, i militari della locale Stazione Carabinieri unitamente ai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Mantova, hanno arrestato per i reati di rissa, minaccia e lesione personale”, 4 persone. Tra loro 2 italiani 25enni e due extracomunitari nord africani di cui un 38enne ed un 31enne.

Pistola “scacciacani”

I quattro, in una via del centro cittadino, a seguito di alterco scaturito fra le parti per futili motivi, prima si sono minacciati reciprocamente e successivamente si sono percossi violentemente l’un l’altro anche con l’uso di oggetti contundenti. Uno dei litiganti, dopo aver minacciato gli altri con una pistola “scacciacani”, ha esploso dei colpi a salve.

Prognosi di 20 giorni

L’immediato intervento dei militari operanti, con l’ausilio della Polizia Locale di Roverbella, ha permesso di immobilizzare le persone che sono state trasportate all’Ospedale Civile di Mantova per le cure del caso e dal quale sono state dimesse con varie prognosi fino ad un massimo di 20 giorni ciascuno. Al termine delle formalità di rito, i quattro arrestati sono stati Associati alla Casa Circondariale di Mantova su disposizione dell’Autorità Giudiziaria.