Food&Science festival Mantova 2018: si parte tra due giorni, ecco tutte le info utili per non perdersi nulla.

Food&Science festival Mantova 2018

Ai blocchi di partenza l’edizione 2018 del Food&Science festival Mantova 2018 con un parterre di protagonisti eccellenti che si avvicenderanno. Il Food&Science Festival è un evento unico di divulgazione scientifica di rilievo nazionale e internazionale che affronta e approfondisce in maniera creativa e accessibile le tematiche legate alla scienza della produzione e del consumo del cibo. Dal 18 al 20 maggio 2018, tre giorni di eventi dedicata ad adulti, studenti e bambini che trasformerà la città e il centro storico in luoghi di incontro, dibattito, divertimento e apprendimento. Un nuovo modo di raccontare il territorio che mette assieme scienza e piacere, agricoltura e cultura.
Il Food&Science Festival, oltre ad offrire agli agricoltori un’imperdibile occasione di aggiornamento e condivisione di informazioni ed esperienze, è una manifestazione nata per soddisfare un pubblico di curiosi di tutte le età che vuole conoscere da vicino e sperimentare l’innovazione, le storie e le sfide di cui il cibo e il settore agroalimentare sono portatori. Un luogo di confronto, divertimento, formazione e interazione dove, attraverso il cibo, scoprire e percepire il futuro che ci aspetta. Promosso da Confagricoltura Mantova, ideato da FRAME e organizzato da Mantova Agricola, con il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Regione Lombardia, Comune di Mantova e Camera di Commercio di Mantova come partner istituzionali.

Programma, eventi e luoghi

Il programma è davvero ricchissimo, suddiviso tra conferenze, mostre, laboratori, workshop e spettacoli. Non saranno da meno le location a disposizione dei vari eventi, che si snoderanno fra questi luoghi incantevoli: Teatro Bibiena, Teatro Sociale di Mantova, Loggia del Grano, Piazza Mantegna, MAMU Mantova Multicentre, Piazza Concordia, Piazza Marconi, Piazza Leon Battista Alberti, Cinema Carbone, Chiesa Madonna della Vittoria, Via Goito, Piazza delle Erbe / Libreria, Porta Giulia, Latteria Agricola Begozzo, Il Rifugio, Parco Bertone.

Il Parco del Mincio

In occasione della tre giorni del festival dedicato a cibo e scienza, l’ente Parco mette a disposizione quattro appuntamenti che mostrano una selezione di altrettante eccellenze del territorio. Un bici tour per conoscere i prati stabili – una delle coltivazioni più naturali,  di valore anche ecologico -, una escursione in battello sul lago Superiore, un incontro ravvicinato con le maestose cicogne bianche tornate nel parco e un laboratorio a tema per i bambini. Questi gli appuntamenti gratuiti e aperti alla partecipazione di tutti, ai quali è necessario prenotarsi entro il giorno precedente, contattando la segreteria didattica del Parco (0376 391550 int. 19 oppure 338 9427438). Sabato 19 maggio (14.30-.18.00)percorso ciclabile dei prati stabili da Mantova verso Maglio di Goito con le guide ambientali e le Guardie del Parco per ammirare la biodiversità dei prati stabili e la loro capacità di attirare specie protette come gli aironi guardabuoi.  Prima del ritorno sosta alla latteria di Marmirolo con degustazione dei Grana Padano dei Prati Stabili e visita straordinaria ai magazzini di invecchiamento delle forme. Ritrovo alle 14.15 in piazza Porta Giulia a Cittadella. Domenica 20  maggio (10.00-12.00): navigazione sul lago Superiore e nelle Valli del Mincio sito delle Rete europea Natura 2000 e destinazione turistica EDEN d’eccellenza, per ammirare aironi e flora palustre.

A bordo si conversa del contributo dell’agricoltura nella preservazione dell’ecosistema di una zona umida di importanza internazionale, con il docente universitario di ecologia Marco Bartoli, Università di Parma, che del fiume Mincio è un grande conoscitore. Domenica 20  maggio (ore 16.00-18.00) visita alle Bertone, parco dei mille alberi e delle cicogne bianche con l’ornitologo Cesare Martignoni, responsabile scientifico del Centro Reintroduzione cicogna bianca. Il Parco del Mincio è da anni impegnato nel progetto europeo che vuole favorire il ritorno delle Cicogne bianche nei territori che avevano abbandonato. Ora le cicogne volano libere e costruiscono i loro grandi nidi sulla sommità degli alberi secolari. Sono 272 le cicogne nate in questi anni nel territorio dell’area protetta.  Ritrovo davanti alla villa centrale delle Bertone alle ore 16.10. Al termine delle osservazioni, è invece a disposizione dei bambini una coinvolgente attività-laboratorio di educazione ambientale   con gli operatori di Alkèmica, sempre dedicata al tema della cicogna bianca.