Asta pubblica: la Provincia di Mantova mette in vendita 13 lotti di proprietà costituiti da reliquati e terreni. 

Asta pubblica

Due reliquati si trovano a Roncoferraro: il primo di 600 metri quadri (valore a base d’asta 3200 euro) ha avuto origine dalla rettifica del tracciato della provinciale 30 Mantova – Roncoferraro – Villimpenta (è utilizzato per la viabilità agricola); il secondo è a Caselle, adiacente al canale Fissero Tartaro, ed è un terreno coltivabile di 1290 mq (offerte a partire da 6.800 euro). A Roverbella tra la strada per Pozzolo e il sedime della ex Ferrovia Mantova – Peschiera è in vendita un appezzamento in zona agricola di 1590 mq (base d’asta 9860 euro).

I terreni

Sempre a Roverbella un altro lotto è composto da 9 reliquati sul lato nord della nuova tangenziale: una parte costituisce la contro strada di accesso a una proprietà privata mentre la rimanente è residuo stradale. In tutto 2277 mq, in fascia di rispetto e parte in zona agricola per un valore base di 11.860 euro. Infine il terzo lotto, questa volta sul lato sud della tangenziale di Roverbella, è di 2478 metri quadrati (12.900 euro a base d’asta) in fascia di rispetto. Due reliquati poi a Marcaria formatisi dopo la realizzazione del cavalcaferrovia sulla linea Mantova – Milano: valore 21.400 euro per 4852 mq in area destinata a seminativo e vigneto.

Anche boschivi

Altri tre lotti di reliquati a Marmirolo, vicini alla ex ferrovia Mantova – Peschiera, uno boschivo di 380 mq (offerte da 3800 euro), l’altro sempre boschivo di 670 mq (base d’asta 6700 euro) e il terzo, prato di 200 metri (valore 2000 euro). A Sermide un residuato formatosi in seguito alla realizzazione della rotatoria sulla provinciale 34 Ferrarese di 695 metri quadri destinate ad attività agricola (offerte a partire dal 7mila euro). Di 393 metri quadri in zona agricola con vincolo di rispetto il residuato formatosi dopo la riqualificazione della Sabbionetana a Sabbioneta (valore 3.700 euro). Gli ultimi due reliquati in vendita si trovano a Monzambano, il primo vicino alla diga di Salionze di 1354 metri (valore 8.806 euro) area ad auso agricolo e l’altro ex sedime della ferrovia per Peschiera di 3103 metri quadri. In questo caso offerte a partire da 20.180 euro. Gli interessati dovranno presentare le loro offerte entro le ore 12 del 14 maggio. Informazioni sul sito www.provincia.mantova.it sezione bandi concorsi e contributi alla voce bandi di vendita acquisto.