Nell’opuscolo sul tema educazione stradale destinato agli studenti una clamorosa gaffe: l’Amministrazione ha preso le distanze dalla società che ha materialmente realizzato la pubblicazione.

Educazione stradale… della discordia

“Alcune razze sono costituzionalmente meno tolleranti all’alcol della razza bianca”. E’ bufera sui libretti per gli studenti delle scuole secondarie di primo grado, pubbliche e paritarie, di Treviglio, nella Bergamasca. All’interno si fa infatti riferimento a una frase che lega la tolleranza dell’alcol alla razza. Una frase che ha spinto l’Amministrazione comunale a richiedere la ristampa con lo stralcio della parte “incriminata”.

Una frase infelice, forse “scappata”

“Alcune razze sono costituzionalmente meno tolleranti all’alcol della razza bianca”, c’è scritto a pagina 45. Una frase infelice, probabilmente “scappata” in fase di correzione delle bozza prima della pubblicazione, che è stata notata proprio al termine della conferenza stampa. Da qui la decisione di mandare al macero le 2 mila copie già stampate e pronte per essere distribuite agli studenti.

Il Municipio corre ai ripari

Prevedibile dopo l’incidente diplomatico il classico “correre ai ripari”. Come racconta GiornalediTreviglio.it in un articolo in cui ci sono diversi retroscena, il minimo comun denominatore di questa surreale quanto clamorosa vicenda è stata inevitabilmente una dose (da cavallo) di… imbarazzo.

Leggi anche:  Regione Lombardia | Luigi Cajazzo nuovo direttore generale dell’assessorato al Welfare