Vbc Pomì Casalmaggiore: una squadra viva e pronta a lottare si guadagna la vittoria con la seconda in classifica.

VBC Pomì Casalmaggiore: la formazione

Martinez 13, Napodano, Sirressi (L), Balkestein-Grothues 8, Guiggi 19, Starcevic, Drews 19, Guerra, Lo Bianco 1, Stevanovic 17, Rondon. Non entrate: Zago, Zambelli. All. Lucchi-Bonini

Igor Gorgonzola Novara: la formazione

Plak 21, Gibbemeyer 4, Enright 7, Skorupa 2, Bonifacio 1, Chirichella 12, Sansonna (L), Piccinini 7, Zannoni, Egonu 20. Non entrate: Camera. All. Barbolini-Baraldi.

Primo set:

L’inizio del set è marchiato Annie Drews, diagonale che fa 1-0, Novara pareggia ma l’americana riporta la Pomì avanti 2-1. Guiggi trova il primo tempo giusto e manda l’americana in maglia 11 in battuta sul 4-2 Pomì. Il primo ace della gara è di Martina Guiggi, 8-4 Pomì e time out chiamato da coach Barbolini. Novara non ci sta e Plak buca la difesa rosa: 7-10. Ma Drews non resta con le mani in mano e infila la diagonale giusta, 11-7. Un pallone fuori di Drews regala la parità a Novara, 11-11 e time out Pomì. L’americana però si fa perdonare poco dopo con una parallela ficcante, 13-12. Novara passa in vantaggio per la prima volta con un ace di Chirichella che fa 14-13 ma nella battuta seguente il pallone è lungo: 14-14. Il Capitano rosa stacca ad un piede “alla sua maniera” e fa 15-15. Novara spinge ma la Pomì c’è, Guiggi in primo tempo pareggia i conti 18-18 e Grothues conclude uno scambio splendido: 19-18. Stevanovic piega le mani del muro ospite e pareggia ancora i conti 22-22. Il muro rosa Stevanovic-Drews blocca Enright, 24-23 Pomì, time out Novara. E’ ancora il muro di Drews e il set finisce 25-23 Pomì. Top Scorer: Drews 7, Plak 6.

Secondo set:

La Pomì spinge subito, Maret Grothues fa 3-0, time out Novara. Egonu però accorcia, ace e 2-3, ma Guiggi non ci sta e la Pomì ristabilisce le distanze 4-2. Enright pareggia i conti in palleggio, 5-5, ma Martinez non ci sta e riallunga 6-5. Novara spinge, Stevanovic però accorcia, 8-9. Martinez pareggia i conti con un ace, 9-9. La Pomì passa avanti, il muro di Grotuhes è efficace e fa 11-10. La fast di Guiggi è devastante, piega le braccia di Egonu e fa 14-13. Stevanovic colpisce il pallone in maniera fortunosa ma trova il punto del 17-16. Egonu pareggia ancora i conti con un altro ace, 19 pari e time out per coach Lucchi. Si torna a giocare ed è Guiggi a mettere a terra il pallone del 20-19. E’ un finale di set spumeggiante, Novara passa avanti, Grothues pareggia, 21-21, Martinez attiva il sorpasso, 22-21. Drews porta la Pomì sul 24-22 sfruttando il muro ospite, time out per coach Barbolini. Novara si riporta in parità ma Stevanovic riporta avanti le rosa 25-24. Plak pareggia i conti ma fallisce la battuta successiva, 26-25 Pomì. Novara passa in vantaggio grazie ad Egonu, 28-27 e time out Pomì. Si torna a giocare ed è Drews a mettere a terra il pallone del 28 pari, ma il muro di Guiggi porta avanti le rosa 29-28..mamma mia che partita! E’ l’ace di Drews a chiudere il set 30-28. Top Scorer: Martinez, Guiggi e Drews 6, Egonu 7

Terzo set:

Novara spinge fin da subito così un muro di Chirichella porta le ospiti sul 4-1, ma Guiggi accorcia. Gran salvataggio di Martinez e Grothues chiude il punto 3-4. Cannonata di Martinez che porta la Pomì a -1: 6-7, ma è il muro di Drews a pareggiare i conti 7-7. Le ospiti si portano sul 12-9, coach Lucchi chiama time out. Bella diagonale della “stelle e strisce” in maglia rosa, 10-15. Ace di Celeste Plak che fa 17-10. Tre strepitosi salvataggi di Ana Starcevic e Martinez chiude il punto, 12-18. Muro di Stevanovic e 15-21 Pomì, time out Novara. E’ un set a forti tinte ospiti, Plak sigla il 24-15, e la squadra piemontese chiude la frazione 25-15. Top Scorer: Guiggi e Drews 3, Plak e Chirichella 6.

Leggi anche:  Punto nascita Oglio Po verso la chiusura: non raggiunto lo standard di sicurezza

Quarto set:

Stevanovic, 2 Guiggi, Pomì subito avanti 3-0. Ancora Guiggi mette a terra il pallone, Pomì sul 4-0 e time out Novara. Pipe di Martinez e 7-4 Pomì. Casalmaggiore resta avanti ma Plak accorcia le distanze 8-10, ma il muro di Stevanovic ristabilisce le distanze 11-8. Diagonale a tutto braccio di Annie Drews e Casalmaggiore si porta sul 13-9. Le rosa tengono il vantaggio ma Piccinini trova il pallone del 12-14 beffando Martinez, ma è ancora Guiggi a trovare la diagonale strettissima e fare 15-12. Enright manda fuori un attacco e la Pomì va sul 17-14. Egonu non passa, muro di Drews e 18-15. Attacco di Grothues, tocco visto a video check, 21-18 Pomì. Martinez beffa Piccinini e fa 22-19. Attacco out di Novara, 23-19 Pomì, time out Igor. Novara non ci sta e una diagonale di Egonu fa 22-23, ma Lo Bianco ristabilisce le distanze. E’ un muro di Stevanovic a regalare la vittoria del set e i tre punti alle rosa!

MVP: Stevanovic e Guiggi

“Abbiamo fatto davvero una grande partita – dice coach Lucchi – devo fare i complimenti a tutte le ragazze perchè non era facile affrontare una squadra del genere nella situazione in cui ci troviamo in campionato. Questo dimostra che la squadra è viva e pronta a lottare, ma soprattutto a lavorare. Abbiamo lavorato bene in battuta subito fin dal primo set e di conseguenza abbiamo adattato il muro difesa con le consegne che avevamo preparato. Di conseguenza abbiamo tenuto alto il cambio palla lavorando bene sui colpi in attacco, sapevamo che davanti avevamo un muro forte ma soprattutto alto, brave le ragazze a lavorare sulle mani e sulle palle alte. Brave anche nella situazione di cambio palla perchè sapevamo che davanti avevamo una signora squadra che batte davvero bene, abbiamo retto in ricezione dando la possibilità a Leo di distribuire come tutti hanno visto, quindi tanti complimenti alla squadra. E’ chiaro che in questo momento quando un allenatore si trova a fare il punto quando la propria squadre vince contro Novara e solo una settimana fa abbiamo buttato via una possibilità importante contro Filottrano, che non è una squadra assolutamente da non sottovalutare, conosciamo il livello del campionato, e le marchigiane stanno dando filo da torcere a tutte le squadre, però l’atteggiamento e l’aggressività che si è vista questa sera ahimè non l’ho vista domenica perchè se quando giochiamo contro queste squadre di prima fascia dimostriamo di avere gli attributi, quando abbiamo la possibilità di DOVERE vincere contro le squadre importanti per noi non dobbiamo avere questa paura di vincere come ci è successo a Filottrano. Questa partita deve essere davvero un passo in avanti per quello che riguarda da qui alla fine del campionato. Dalla squadra e da ogni singola voglio questa determinazione, voglio questa aggressività e questa voglia di giocare che purtroppo troppo spesso non si è vista. Oggi veramente credo che il pubblico si sia divertito, io mi sono divertito per primo perchè ho visto una squadra che ha voglia di vincere, di giocare e di buttarsi su ogni pallone, di lavorare bene come è successo contro Scandicci identico stasera. E’ giusto e bello che quando siamo davanti alle corazzate vogliamo dimostrare la nostra forza ma quando devi lottare per vincere quelle partite che sono più alla portata dobbiamo tirare fuori l’orgoglio che spesso viene a mancarci”.

Foto di Giuseppe Storti