Elicottero caduto a Pegognaga: scatta l’indagine della procura per omicidio colposo. Nella giornata di oggi, lunedì 6 maggio, l’autopsia sul pilota: guasto o malore in volo?

La procura apre un indagine

Ha aperto un fascicolo di indagine per omicidio colposo, la procura di Mantova, a seguito dello schianto dell’elicottero, nella mattinata di venerdì 3 maggio 2019, e del conseguente decesso del pilota, il 37enne reggiano Alessandro Foglio Bonacini. Per ora nessuno è stato iscritto nel registro degli indagati e di conseguenza si tratta di un fascicolo aperto contro ignoti. L’ipotesi di reato, necessaria per poter dare il via ad un’indagine formale, è invece quella di omicidio colposo.

Alessandro Foglio Bonacini, il pilota deceduto
Alessandro Foglio Bonacini, il pilota deceduto

Oggi l’autopsia

Nel frattempo la procura di Mantova, nella persona del sostituto procuratore Carmela Sabatelli che coordina l’indagine, ha disposto che venga eseguita l’autopsia sul corpo del 37enne. L’esame autoptico verrà eseguito nella giornata di oggi, lunedì 6 maggio 2019, alle camere mortuarie dell’ospedale di Mantova, dove la salma è giunta dopo essere rimasta all’ospedale di Suzzara dal giorno dello schianto fino a questa mattina. L’esame autoptico disposto dalla procura ha l’obiettivo di stabilire se, per caso, mentre era in volo sulla zona industriale di Pegognaga, il 37enne sia stato colto da un improvviso malore.

Leggi anche:  Ospedale Pieve di Coriano: nuova macchina contro l'osteoporosi

Ancora oscure le cause

Nel frattempo le cause del dramma rimangono ancora oscure. Non è ben chiaro, in sostanza, se il pilota sia appunto stato colto da un improvviso malore, se il velivolo – per eventuali ragioni da accertare – abbia subito un eventuale guasto o cosa altro possa essersi verificato. Proprio per chiarire tutti questi aspetti e dare un senso all’accaduto, la procura mantovana ha aperto un’indagine e sta eseguendo accertamenti a 360 gradi.

Al vaglio i libretti del velivolo

Sempre per chiarire ed appurare le cause di quanto accaduto, l’elicottero è ancora sotto sequestro e verrà sottoposto a perizie tecniche ordinate sempre dalla magistratura mantovana. Insieme all’elicottero, sono stati sequestrati anche i libretti e gli incartamenti che riguardano il velivolo, così che gli inquirenti possano eseguire i necessari controlli sugli aspetti di natura tecnica del velivolo.

 

LEGGI ANCHE: Il maltempo flagella Castiglione: vento, pioggia e decine di alberi caduti FOTO