Agricoltura shock: danni per 6 milioni di euro per il maltempo. Le prime stime di Coldiretti che è pronta a chiedere lo stato di calamità.

Sei milioni di euro di danni

Ammontano a quasi sei milioni i danni provocati nel Mantovano dalle ultime ondate di maltempo, con grandinate, bombe d’acqua e vento forte, che hanno colpito meloni e angurie, frutteti, erba medica e foraggio, frumento, ortaggi, vigneti, mais e pomodoro.

Stime ancora in corso

È la prima stima di Coldiretti Mantova, in seguito ai sopralluoghi dei propri tecnici sul territorio, anche se il bilancio delle perdite dovrà essere fatto nelle prossime settimane e potrebbe essere ben più oneroso, come conseguenza di un minore sviluppo vegetativo delle piante e conseguenti perdite di prodotto. Effetti di un cambiamento climatico particolarmente pressante negli ultimi giorni. I tecnici della Coldiretti sono al lavoro per assistere le aziende colpite e per valutare se ci sono le condizioni per far scattare le procedure di calamità naturale in agricoltura.

Leggi anche:  L’autunno entra nel vivo con piogge e forti temporali PREVISIONI METEO

Danni in tutta la Lombardia

Ad essere colpita da tempeste di ghiaccio e acqua, nei giorni scorsi, è stata tutta la Lombardia. Si sono innalzati i livelli dei grandi laghi del Nord della regione, con quello di Como che ha raggiunto un grado di riempimento del 105% allagando una corsia del Lungolario, mentre il Lago Maggiore è al 112% e quello di Garda al 98%. La grandine è l’evento più temuto dagli agricoltori in questo momento, perché provoca danni irreparabili alle coltivazione, mandando in fumo un intero anno di lavoro, sottolinea Coldiretti. A livello territoriale ha investito in particolare il Basso mantovano, ma anche la Bergamasca, il Cremonese, il Bresciano, Varese, Lecco, la Valle Spluga e la Valchiavenna in provincia di Sondrio.

 

LEGGI ANCHE: Torre della Gabbia: entro Natale via il cantiere