Altri farmaci ritirati, nella settimana in cui tiene banco il “caso ranitidina” (che riguarda farmaci molto noti ma a rischio per impurità cancerogena).

LEGGI ANCHE: Farmaci a rischio ritirati per impurità cancerogena: il problema è la ranitidina prodotta in India?

LEGGI ANCHE: Rischio cancro: Aifa ritira tutti i farmaci a base di ranitidina, compresi Buscopan Antiacido e Zantac

Antipertensivo ritirato temporaneamente

Laboratori Alter srl ha comunicato che viene temporaneamente sospesa la commercializzazione dal territorio italiano del farmaco LISINOPRIL E IDROCLOROTIAZIDE ALTER (p.a. lisinopril diidrato e idroclorotiazide) AIC n. 038577019 – 20 mg/12,5 mg compressa – 14.La data attesa, edidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, dalla quale il medicinale non sarà più disponibile sul mercato è 01/10/2019. Il lisinopril è un farmaco che abbassa la pressione sanguigna (antipertensivo).

Neopharmed segnala ritiro volontario

La Società Neopharmed Gentili, informa di aver attivato un richiamo volontario, a scopo precauzionale, della specialità medicinale PRISMA. Questo farmaco è indicato per la terapia e cura di varie malattie come le ulcere venose croniche. Nello specifico si tratta del lotto n. NGP19075 con scadenza aprile 2024 della specialità medicinale PRISMA*30CPS 50MG – AIC 023653076. Il provvedimento, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, è stato disposto a seguito di una segnalazione di “probabile frammischiamento”. L’azienda invita i pazienti a sospendere immediatamente l’utilizzo del suddetto lotto.

Leggi anche:  Legambiente lancia l'allerta: a Mantova superati per 3 giorni i limiti delle polveri sottili

TORNA ALLA HOME