Bagaglio a mano Ryanair, dopo la sospensione della nuova tariffa da parte dell’Antitrust, è arrivata la decisione del Tar, ma non è detta l’ultima parola per i tanti viaggiatori che si spostano con la compagnia  che effettua moltissimi viaggi dallo scalo bergamasco di Orio al Serio.

Bagaglio a mano Ryanair

Il bagaglio a mano si pagherà sui voli Ryanair. Lo ha stabilito, almeno per ora, il Tar, accogliendo la richiesta della compagnia low cost irlandese che aveva chiesto la sospensione del provvedimento dell’Antitrust che bloccava il pagamento di una tassa sul secondo bagaglio a mano. Il supplemento sarebbe dovuto partire lo scorso 1 novembre ma, appunto, era stato sospeso.

La sentenza

Questo quanto espresso dal Tar: «Dal sommario esame proprio della presente fase si palesano profili rilevanti, da approfondire comunque nella più appropriata sede di merito, in ordine all’effettiva conformazione del provvedimento impugnato con il ricorso introduttivo». Dunque tutto sospeso e decisione rimandata dopo l’udienza del 27 febbraio.

Leggi anche:  Ritirato pesce spada per mercurio oltre i limiti

Non solo…

Rimane attivo intanto il procedimento dell’Antitrust aperto nei confronti di di Ryanair per pratica commerciale scorretta. L’associazione dei consumatori raccomanda comunque ai viaggiatori che hanno già acquistato il biglietto di conservare le prove dei pagamenti.

Condizioni e tariffe

Le nuove condizioni e tariffe che sarebbero dovute entrare in vigore dallo scorso 1 novembre e che divento effettive da adesso dopo la sospensione, prevedono un sovrapprezzo per il bagaglio a mano fino a 10kg da 8 a 10 euro se acquistato per tempo; diverse le cose per i ritardatari che decideranno di pagare direttamente in aeroporto.