Giro di vite per chat e app sul lavoro… anche per i Carabinieri. Una nuova circolare diramata il 29 novembre vieta l’utilizzo di smartphone. La distrazione dello schermo durante il lavoro potrebbe pregiudicare la sicurezza dei militari stessi e di tutti i cittadini.

Giro di vite per chat e app sul lavoro… anche per i Carabinieri

Stop all’utilizzo degli smartphone per i Carabinieri in servizio. A stabilirlo è stata una nuova circolare emessa dall’Arma il 29 novembre scorso. Motivo? La distrazione dello schermo durante il lavoro potrebbe pregiudicare la sicurezza dei militari stessi e di tutti i cittadini.

Nuove disposizioni dunque che mirano ad evitare situazioni di pericolo o poco simpatiche, come ad esempio quella relativa alla fotografia che in queste ore ha fatto il giro del web, diventando virale anche sui social.

Lo scatto, che ovviamente non è piaciuto all’Arma, ritrae tre militari in servizio mentre leggono con interesse il loro telefono cellulare.

Le nuove norme impongono ora “l’esigenza di limitare all’occasionalità, e comunque per il tempo strettamente necessario, le comunicazioni telefoniche e telematiche di natura privata, fermo restando il divieto dell’uso di apparati telefonici alla guida di veicoli”.

Leggi anche:  Raccolta differenziata: il Mantovano si conferma primo in Lombardia

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE