Il cuore si vede in 3D, nuovo ecocardiografo all’Ospedale Oglio Po: esami ecocardiografici più accurati.

Nuovo ecocardiografo all’Ospedale Oglio Po

La Cardiologia dell’Ospedale Oglio Po ha un nuovo ecocardiografo di ultimissima generazione. “Il nuovo strumento – spiega Massimo Carini (Direttore dell’UO di Cardiologia Oglio Po), acquistato dall’ASST di Cremona, è segno della grande considerazione mostrata dalla Direzione strategica verso il nostro reparto e l’Ospedale Casalasco”.

“Grazie al nuovo strumento – continua Carini  – gli esami ecocardiografici godranno di una migliore qualità e accuratezza. Non solo. La vera novità è rappresentata dalla possibilità di eseguire una valutazione tridimensionale del cuore. Ciò permetterà sia di fornire ai pazienti cure e trattamenti sempre più personalizzati, sia di effettuare controlli approfonditi in pazienti con patologia delle valvole cardiache candidati ad intervento cardochirurgico”.

Altre nuove strumentazioni

L’ecocardiografo è solo l’ultimo dei nuovi dispositivi introdotti in reparto. Dal mese scorso (grazie alla donazione di una persona che preferisce mantenere l’anonimato) la Cardiologia è dotata di un “letto-ergometro”. Si tratta di una apparecchiatura che consente di eseguire prove da sforzo ancora più dettagliate.

“Con l’introduzione dei nuovi strumenti diagnostici – conclude Carini – la Cardiologia di Oglio Po fa un importante passo in avanti, confermandosi come una unità operativa tecnologicamente avanzata, in grado di coniugare l’attenzione per i rapporti umani tra operatori sanitari e pazienti con una gestione altamente professionale delle patologie cardiache”.

(Nella foto di copertina: da sinistra, Massimo Carini, il nuovo eco cardiografo con l’equipe di Cardiologia dell’Oglio Po)