La polizia si rinnova: ecco tutti i nuovi distintivi. Realizzati del docente ed esperto di araldica Michele D’Andrea, vengono già utilizzati.

Ecco i nuovi distintivi

La polizia si rinnova: sì perché d’ora in avanti, gli agenti della Polizia di Stato, a livello nazionale, saranno dotati di distintivi e gradi nuovi e completamente rinnovati, che sono in utilizzo già da qualche giorno. I gradi, rispetto al periodo precedente tale innovazione, ovviamente non sono cambiati. Sono invece cambiati i simboli che rappresentano i vari gradi nel mondo della polizia di Stato. Come noto, i vari gradi in cui è suddiviso il personale della Polizia di Stato sono numerosi. Eccoli: agente, agente scelto, assistente, assistente capo, assistente capo coordinatore, vice sovrintendente, sovrintendente, sovrintendente capo, sovrintendente capo coordinatore, vice ispettore, ispettore, ispettore capo, ispettore superiore, sostituto commissario, sostituto commissario coordinatore, vice commissario, commissario, commissario capo, vice questore aggiunto, vice questore, primo dirigente, dirigente superiore, dirigente generale.

Il plauso del Capo dello Stato

I nuovi distinti della Polizia di Stato sono stati realizzati da Michele D’Andrea, docente ed esperto di araldica nonché già autore, tra l’altro, dei distintivi di Arma dei Carabinieri, Corazzieri, Marina Militare ed Esercito. I distintivi sono stati presentati dal capo della polizia Franco Gabrielli al presidente della repubblica Sergio Mattarella. Da parte del capo dello stato i complimenti per la bellezza dei distintivi e un plauso per il servizio svolto quotidianamente dalla polizia a livello nazionale.

Leggi anche:  Nadia Toffa: è nata la Fondazione a lei dedicata FOTO

 

LEGGI ANCHE: Scomparso a Mantova: la pista porta a Milano, ma nessuna traccia