Protezione civile, Foroni: “Con fiumi sicuri nuove iniziative per diffondere la cultura della prevenzione dei rischi. Il progetto prevede anche il coinvolgimento delle scolaresche”.

Protocollo d’intessa con le Province

Con una delibera proposta dell’assessore al Territorio e Protezione civile Pietro Foroni la Giunta regionale ha approvato un Protocollo d’intesa con le Province per l’impiego del volontariato di Protezione civile nelle attivita’ di prevenzione del rischio idrogeologico. Le operazioni nei diversi territori sono programmate entro il mese di ottobre.

“Con questa iniziativa – ha spiegato Foroni – prosegue il costante impegno di Regione Lombardia nella diffusione della cultura di Protezione civile attraverso la promozione delle attivita’ di formazione dei volontari e degli operatori del sistema del Sistema Regionale. Un grazie sentito va ai numerosi volontari, la cui opera gratuita permette un costante monitoraggio del territorio e il successivo intervento su situazioni che potrebbero creare difficolta’, non solo al deflusso delle acque in fiumi e torrenti”.

Le attività in programma

L’iniziativa punta a: formare e addestrare il volontariato di Protezione civile; collaborare con le Province, quali Enti delegati in materia di Protezione civile e con i Comuni; migliorare e ottimizzare le interazioni e le competenze con le autorita’ idrauliche, responsabili dei reticoli principali e secondari regionali; sviluppare la conoscenza della pianificazione di emergenza, scenari, fasi di allertamento, modello di intervento; perfezionare il programma degli interventi non strutturali secondo criteri di priorita’; sperimentare nuove tecniche e conoscenze operative; migliorare la sicurezza degli operatori.

Le risorse

Per la realizzazione di questa iniziativa a tutela del territorio sono stati preventivati 120.000 euro. Ammonta a 87.010 euro il contributo complessivo stanziato sulla base degli interventi, formativi e di addestramento, preventivati dalle province di Bergamo, Brescia, Cremona, Lodi, Lecco, Mantova, Citta’ Metropolitana di Milano, Monza-Brianza, Pavia e Varese.

Leggi anche:  L’autunno entra nel vivo con piogge e forti temporali PREVISIONI METEO

L’iniziativa e i destinatari

L’iniziativa di quest’anno sara’ organizzata e coordinata dalla Unita’ organizzativa Protezione civile della Direzione generale Territorio e Protezione civile a partire dal 12 ottobre 2019, nell’ambito della ‘Settimana nazionale della Protezione Civile’, indetta dal Dipartimento Protezione civile.
Destinatari: le Province, gli Uffici tecnici regionali, Aipo (Agenzia Interregionale per il fiume Po), Comuni, Unioni di
Comuni, Comunita’ montane, Enti parco, Associazioni di Comuni, gruppi comunali e associazioni di volontariato di protezione civile, iscritte all’Albo Regionale del Volontariato di protezione civile alla data della pubblicazione del presente bando.

Il coinvolgimento delle scuole

L’iniziativa prevede anche l’intervento delle scolaresche nei cantieri dell’operazione ‘Fiumi sicuri’,

“un modo – secondo l’assessore Foroni – per diffondere tra le giovani generazioni i valori della Protezione civile, in particolare nella prevenzione dei rischi. E’ una iniziativa fondamentale a supporto dei Comuni per la tutela del territorio lombardo grazie all’imprescindibile contributo del volontariato di Protezione civile. Regione Lombardia vuole investire nella concretezza dell’azione dei nostri volontari e
nei lombardi di domani”.

Gli interventi nella provincia di Mantova

Di seguito l’intervento in programma in provincia di Mantova: Comuni rivieraschi del fiume Po. Attivita’ formativa e addestrativa il 12 ottobre. 

TORNA ALLA HOME