Ponte sul Po: dal 20 agosto i lavori di palificazione in alveo per la realizzazione del nuovo ponte tra San Benedetto e Bagnolo.

Ponte sul Po

“Ripresa delle attività di palificazione in alveo relative alla pila del nuovo ponte sul Po tra San Benedetto e Bagnolo dal 20 agosto 2018”.

Poche righe ma la conferma da Toto Costruzioni generali ai vertici di Provincia di Mantova che i lavori riprenderanno appena dopo ferragosto. Il messaggio prevede inequivocabilmente l’impegno – obiettivo di realizzare la pila centrale del ponte entro l’autunno.

Convocazione a Palazzo di Bagno

Tutti vogliono scongiurare che i tempi si allunghino come è stato ribadito ieri a Palazzo di Bagno dove il Presidente della Provincia Beniamino Morselli ha convocato i sindaci di San Benedetto e Bagnolo San Vito Roberto Lasagna e Manuela Badalotti, affiancati rispettivamente dal consigliere Matteo Luppi e dall’assessore Stefano Ferrari. “

Da parte nostra vi è la piena disponibilità e apertura a fornire tutti gli aggiornamenti con la massima trasparenza – ha precisato il numero uno dell’Amministrazione Provinciale -. Lo abbiamo sempre fatto non appena abbiamo avuto la certezza delle difficoltà della Toto e continueremo a farlo. Come proseguiremo nel costante e attento monitoraggio di tutte le attività, dal rispetto delle tempistiche alla qualità dei materiali, dalla bontà delle scelte tecniche all’osservanza dei tempi di pagamento ai fornitori”.

Incontri di aggiornamento periodici

E proprio per mantenere costante l’attenzione sull’opera e sulla sua esecuzione, il Presidente Morselli e i due Sindaci hanno concordato di organizzare incontri di aggiornamento periodici da settembre sino alla fine dei lavori prevista nell’estate del 2019. Un metodo condiviso anche dal consigliere regionale Alessandra Cappellari, che ha partecipato al vertice di oggi (a cui erano stati invitati anche gli altri consiglieri regionali mantovani) la quale riferirà a Milano delle fasi di avanzamento dell’infrastruttura: “se c’è trasparenza da parte di tutti, ne trarremo complessivamente vantaggi. E speriamo veramente che l’azienda non vada in crisi: dobbiamo volere fortemente tutti insieme quest’opera”.

Le sollecitazioni

Le prime richieste di chiarimenti da parte dell’ente di via Principe Amedeo all’impresa erano partite alla metà di aprile quando si era cominciato ad avere sentore del fatto che gli interventi non stavano evolvendo come da cronoprogramma, ingenerando i primi timori tra gli amministratori locali ma soprattutto nella popolazione dei due comuni interessati dall’importante infrastruttura. Toto, però, ha sempre negato, tendendo anzi a rassicurare, ma dopo una timida ripresa delle attività a giugno, il 3 luglio è scattata la seconda sollecitazione della Provincia a cui di nuovo da Chieti 13 giorni dopo hanno controbattuto rassicurando sul rispetto dei tempi finali di consegna dell’opera. Solo il 2 agosto, dopo la contestazione per il mancato pagamento di alcuni fornitori e formale convocazione a Palazzo di Bagno, Toto ha ammesso il momento di difficoltà per la forte esposizione dell’azienda riconducibile a crediti verso lo Stato.

Leggi anche:  Allerta temporali: codice arancione da Regione Lombardia

Il programma dell’attività di cantiere

Toto Costruzioni generali spa, la società di Chieti che con Vezzola ha vinto la gara per la riqualificazione del ponte ha confermato al dirigente dell’Area Lavori Pubblici e Trasporti della Provincia Giovanni Urbani, al Direttore dei lavori Antonio Covino e al responsabile del procedimento Giulio Biroli l’imminente programma delle attività di cantiere fino al 31 agosto 2018: l’8 agosto e poi dal 20 al 31 agosto, sulla sponda destra (lato San Benedetto) attività su piazzale di montaggio impalcati; da lunedì 20 agosto a sabato 1 settembre 2018 edificazione pali di fondazione. Infine entro oggi 8 agosto saranno ultimati i lavori di messa in sicurezza di strada Molinara su sponda sinistra (lato Bagnolo). La stessa sarà aperta al transito sino a quando non riprenderanno con continuità i lavori su quella sponda.

“Per noi era indispensabile un incontro chiarificatore – ha sottolineato il sindaco Badalotti -. Ben vengano i momenti di informazione e confronto periodici per evitare fraintendimenti. Chiedo già di rivederci a metà settembre per fare il punto e che Toto invii alla Provincia il nuovo cronoprogramma generale dei lavori da qui alla fine dell’intervento”.

“La Toto deve dare benefici al territorio e non problemi – ha aggiunto il primo cittadino di San Benedetto Roberto Lasagna – e auspico che quanto prima realizzi il promesso punto informativo che credo potrà essere molto utile nei prossimi mesi”.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!