Via libera al progetto di fattibilità tecnica ed economica per la potatura e l’abbattimento di alberature ai lati delle strade provinciali. Per l’intervento di manutenzione ordinaria, la Provincia di Mantova ha stanziato 800 mila euro.

Alberi pericolanti

E’ risaputo che la crescita incontrollata della vegetazione arborea provoca un notevole peggioramento della visibilità stradale con conseguenti e immaginabili rischi per gli utenti della strada. In presenza di vento, pioggia e neve le alberature sono soggette a notevoli sollecitazioni, che possono provocare il distacco di rami e foglie e quindi compromettere la regolare circolazione e sicurezza di automobilisti e pedoni. Inoltre il materiale vegetale che si deposita sulla pavimentazione stradale può diventare motivo di pericolo, poiché tende a provocare una diminuzione delle condizioni di aderenza e stabilità del veicolo.

1200 chilometri sicuri

Scopo del progetto di manutenzione ordinaria del verde, approvato nei giorni scorsi con decreto del Presidente della Provincia, è garantire la sicurezza sui circa 1200 chilometri di strade di competenza provinciale e sulle relative pertinenze e mantenere in efficienza la sede stradale e le relative opere annesse. Gli interventi previsti nel progetto saranno inseriti nel programma triennale dei LL.PP. 2019-2021 annualità 2019; l’eventuale ribasso d’asta, a seguito dell’appalto, anche se superiore al 5%, verrà interamente utilizzato per nuovi interventi, oltre a quelli principali previsti in progetto, secondo un elenco di priorità che saranno previste nella successiva fase di stesura del progetto definitivo – esecutivo.

Leggi anche:  Autostrade: via libera ai tutor, sistema riattivato per il controesodo VIDEO

Abbattimenti e potature

In particolare sono previsti abbattimenti di piante a fusto, secche e/o pericolanti, e a crescita spontanea, (robinie e similari, ricacci e infestanti), la potatura di contenimento della vegetazione spontanea di arbusti, cespugli o rovi; la potatura delle piante a fusto, comprendente il taglio dei rami di lunghezza eccessiva e la regolarizzazione delle chiome e la rimozione delle ceppaie.

LEGGI ANCHE: A Mantova se vai in bicicletta al lavoro…ti pagano (ecco quanto)