Povertà a Mantova: grazie a Caritas in un anno oltre 3mila 500 persone assistite con un pasto in mensa e altrettante aiutate con indumenti e docce.

Mense, indumenti, docce per i poveri

Una schiera di persone in difficoltà economica che, ogni giorno, viene aiutata con beni di prima necessità come indumenti o un pasto caldo. Oppure, quando necessario, con un luogo protetto dove potersi fare una doccia. La Caritas di Mantova quotidianamente si mette a disposizione delle persone – senza distinzione alcuna – che hanno bisogno di aiuto con innumerevoli servizi. I più concreti, ovvero quelli che offrono e assicurano un aiuto immediato, sono proprio le mense sparse sul territorio della provincia ma anche la distribuzione di indumenti – che avviene solamente a Mantova nella sede principale dell’associazione – e le docce gratuite per chi ne ha necessità.

Aiuti per migliaia ogni anno

Secondo i dati forniti da Caritas, anche nel corso del 2018 gli aiuti alle persone meno abbienti non sono di certo mancati. Nel corso di tutto lo scorso anno infatti l’associazione ha fornito pasti per 3mila e 577 persone in tutta la provincia, mentre al servizio di distribuzione indumenti e docce hanno avuto accesso 3mila e 374 persone. Si tratta probabilmente dei soggetti che, in generale, hanno maggiori difficoltà: coloro che, per intenderci, non hanno un posto dove mangiare, lavarsi o non hanno la pronta disponibilità di indumenti da indossare a seconda delle stagioni. I servizi di mensa, doccia e distribuzione abiti sono distribuiti su Mantova, Castiglione delle Stiviere e Suzzara e sono funzionanti ogni giorno per pranzo e cena.

Povertà Mantova Caritas
Povertà Mantova Caritas

Il caso della mensa di Suzzara

Come spiega Silvia Canuti, direttrice della Caritas di Mantova, è particolare il caso della mensa di Suzzara. Qui infatti ogni giorno accedono, di media, una trentina di persone. Ma nel corso dei mesi estivi – dalla tarda primavera fino alla fine della stagione estiva – il numero di utenti sostanzialmente raddoppia. Tale incremento è dovuto al fatto che Suzzara, nella Bassa, si trova in una zona a vocazione particolarmente agricola e in estate, durante il periodo dei lavori nei campi e successivamente della raccolta, aumenta considerevolmente in numero degli immigrati presenti sul territorio e che si prestano ai lavori nei campi con contratti (a volte, purtroppo, senza) stagionali. La maggior parte di tali lavoratori del settore agricolo, quindi, nei momenti di pausa usufruiscono dei pasti della Caritas.

Leggi anche:  Agricoltura Mantova: cala l'export ma aumentano gli occupati

Aiuto per tutti senza distinzioni

Gli aiuti che la Caritas di Mantova offre alle persone meno abbienti, ovviamente, non vedono distinzione alcuna. Che si tratti di aiuti per italiani o stranieri, come per donne o uomini. Chiunque abbia bisogno di aiuto, specifica ancora la direttrice Silvia Canuti, può trovare aiuto con i servizi Caritas. Di certo il periodo storico e la congiuntura economica non aiutano: il momento difficile riguarda tante persone straniere come anche tante persone italiane che, quindi, si rivolgono all’associazione per ricevere un aiuto.

 

LEGGI ANCHE: Incendi e ubriachi a Castiglione: Cinque Continenti ancora nel mirino