Approvato dal presidente della Provincia il Progetto definitivo dei lavori di riqualificazione degli impianti di illuminazione pubblica di proprietà dell’ente ai fini dell’affidamento in concessione dello stesso servizio integrato di ammodernamento e gestione – manutenzione degli impianti di pubblica illuminazione.

Punti luce strade provinciali

L’obiettivo dell’operazione è quello di rendere più efficienti gli impianti di illuminazione esterna con l’impiego di sorgenti luminose a ridotto consumo (led) per avere un risparmio energetico. Gli impianti di illuminazione a carico dell’amministrazione di via Principe Amedeo distribuiti su tutta la rete stradale sono 33 per una potenza complessiva impegnata di circa 366,920kW, corrispondenti ad una potenza media per punto luce di 305,65W pari a 756 pali di illuminazione oltre a 20 torri faro, per un totale di 1225 punti luce.

Oltre 20 anni

La maggior parte degli impianti è stata realizzata prima del 1998, (ha quindi oltre 20 anni di vita compresi i 17 impianti consegnati da ANAS alla Provincia nell’ottobre del 2001 in occasione del passaggio delle strade Ex Statali).  I punti luce sono attualmente comandati da interruttori crepuscolari standard, la cui tecnologia costruttiva e il basso livello di precisione nell’azionamento, comporta un funzionamento annuo di circa 4.300 ore. Considerato l’intero parco impianti attualmente presente, è possibile stimare un consumo energetico di circa 1.443.420,12kWh all’anno. 

Dopo un censimento puntuale della rete d’illuminazione pubblica è emerso che circa il 60% dei punti luce non funziona.

Leggi anche:  Ritirato mix di formaggi grattugiati di Latteria Soresina

Il presidente Morselli

“Le ridottissime risorse messe a disposizione nei bilanci degli ultimi anni non hanno consentito di eseguire alcuna manutenzione programmata e non è nemmeno stato possibile rimettere in funzione i punti luce attualmente spenti – spiega il presidente della Provincia Morselli -. Abbiamo solo riparato o sostituito i punti luce e i pali di illuminazione fuori uso le cui spese sono rimborsate dall’assicurazione del veicolo che ha urtato il palo quando riusciamo a identificare il responsabile del danneggiamento. Adesso puntiamo a dare in gestione per 20 anno l’intera rete di illuminazione sia per quanto riguarda l’ammodernamento che la manutenzione ordinaria e straordinaria. E lo faremo con un appalto di servizi”.

Le migliorie conseguibili in termini di risparmio energetico rispetto allo stato attuale deriveranno principalmente dall’impiego di tecnologia LED che apporta numerosi vantaggi sia in termini di risparmio energetico che di miglioramento della qualità del servizio considerando la riduzione dei guasti e quindi dei costi di manutenzione. Questa soluzione è d’altra parte quella maggiormente adottata dagli enti che hanno in gestione infrastrutture stradali.

L’intervento dei soli lavori da realizzare comporta una spesa complessiva stimata di 721.129,80 euro.

LEGGI ANCHE: A4 chiusa a causa di un incidente