San Valentino Mantova: Palazzo Ducale organizza alcune proposte alternative per gli innamorati che vogliano festeggiare tra libri e percorsi museali.

Gli incontri con l’autore

Un San Valentino diverso dal solito grazie alle iniziative organizzate a Palazzo Ducale. Per il pomeriggio di giovedì 14 febbraio infatti sono state organizzate due proposte di stampo prettamente culturale. Alle 15.30 Sandra Rossi, direttore del Museo dell’Opificio delle Pietre Dure di Firenze, sarà ospite del Ducale per la presentazione della mostra “Pietre colorate molto vaghe e belle. Arte senza tempo dal Museo dell’Opificio delle Pietre Dure”: sarà possibile visitare la mostra guidati da Sandra Rossi, che è direttore del Museo dell’Opificio delle Pietre Dure di Firenze. L’esposizione, allestita sino al 31 marzo, è a cura di Sandra Rossi, Peter Assmann, Anna Patera, con la collaborazione scientifica di Riccardo Gennaioli.

A seguire, alle 17.30, la direttrice del museo fiorentino presenta il volume intitolato “Giorgione, Sebastiano del Piombo e Tiziano a Venezia. La diagnostica: conoscere per valorizzare“. L’iniziativa si terrà nell’Atrio degli Arcieri di Palazzo Ducale; l’autrice sarà introdotta da Peter Assmann e dialogherà con la storica dell’arte Paola Artoni, responsabile del Centro Laniac dell’Università di Verona.

L’amore ai tempi dell’esposizione

Ma c’è di più. Per il giorno di San Valentino infatti Palazzo Ducale offre anche un’altra proposta. Si tratta del percorso museale dal titolo “…Un amore di palazzo“: i visitatori potranno infatti scoprire insieme sei racconti d’amore storici o mitologici narrati dagli affreschi, dai dipinti e dai reperti archeologici del complesso museale, visitando i percorsi di Corte Vecchia (chiuso al mattino), Corte Nuova e del Museo Archeologico guidati da totem appositamente predisposti per l’occasione.

Leggi anche:  Ospedale Mantova: in Pediatria arrivano le api

Palazzo Ducale diventa social

In vista delle iniziative per giovedì 14 febbraio, giorno di San Valentino, Palazzo Ducale si fa social. L’invito, soprattutto rivolto ai visitatori del percorso “…Un amore di palazzo”, è infatti quello scattare una foto o un selfie per poi condividerla sui social usando gli hashtag #sanvalentinoalmuseo e #unamoredipalazzo: l’immagine più significativa e originale (a insindacabile giudizio dello staff del Ducale) riceverà un piccolo omaggio.

 

LEGGI ANCHE: Anniversario don Gnocchi: visita virtuale di santuario e museo