(RICORDA DI ACCENDERE L’AUDIO)

Dalla piccola frazione di Malvaglio, Robecchetto con Induno, al confine fra Milanese e provincia di Novara, alla ribalta nazionale in un lampo. E’ la storia di un diverbio a distanza tanto emblematico che è divenuto virale: la compagna di una ragazza pugliese (ma residente già da tempo in Brianza) che vuol trasferirsi vicino a lei, rende pubblici su Facebook le note vocali di una signora che si rifiuta di affittare casa: “Perché sono razzista al 100% e salviniana”. Ma poi, raggiunta telefonicamente da Giusepe Cruciani, la donna ritratta tutto a La Zanzara“Ho sbroccato, che devo fare, spaparmi?”.

La notizia ripresa dal noto sito Dagospia.com di Roberto D’Agostino

“Non affitto ai meridionali”, ma poi ritratta

Una storia d’ordinaria follia (mediatica) rimbalzata un po’ ovunque. Laura Ortolaniha raccontato a Settegiorni.it che la sua compagna, Deborah Prencipe, originaria di Foggia ma residente in Brianza ormai da diversi anni, avrebbe voluto una casa nella bella campagna dell’Altomilanese a due passi dalla sua fidanzata. Poi però a qualcosa è andato storto.

TUTTI I DETTAGLI DEL TORTUOSO TIRA E MOLLA SU SETTEGIORNI.IT

“I meridionali sono meridionali anche nel 4000”

"Sono razzista e salviniana, non affitto ai meridionali", ma poi ritratta tutto AUDIO
Debora e Laura

Laura e Deborah pubblicano gli audio mandati dalla signora Patrizia di Malvaglio, dove si può sentire:

“Guardi, per me i meridionali sono meridionali anche nel 4000; i meridionali, i neri e i rom sono tutti uguali. Sono una razzista al cento per cento. Da quando è piccola è qui? Non mi interessa… ma quello che riguarda è scritto sulla carta d’identità. Non è che è svizzera, è meridionale. Io sono razzista”. Poi in un altro audio la signora Patrizia tira in ballo anche la sua “fede politica” e il suo apprezzamento al leader del Carroccio, Matteo Salvini: “Dica anche che la signora è Salviniana e che il suo capitano è Salvini, lo scriva pure. Sono felicissima di essere leghista. Lo dica e lo scriva pure. Lo pubblichi pure”.

Chiede scusa in radio: “Mi devo sparare?”

Contattata telefonicamente durante la trasmissione radiofonica “La Zanzara”, condotta da Giuseppe Cruciani con David Parenzo, la signora Patrizia di Malvaglio ha raccontato la sua versione, sfogandosi e chiedendo scusa.

“Sono sclerata da 20 giorni. Quella ragazza mi ha tirato fuori dalla grazia di Dio. Ci siamo mandati tanti audio, ma ha tenuto buono solo quel pezzo. Non volevo più affittarle la casa perché avevo deciso di venderla. Avrò il diritto di farlo?” ha anticipato la donna, smentendo poi la fede politica leghista rivendicata invece negli audio alla ragazza pugliese: “Non sono di Salvini, non sono di nessuno”. E ancora: “Mi è uscita fuori così. Mi ha fatto sbroccare. Non so cosa mi è partito dal cervello. Ho anche parenti meridionali”. La signora Patrizia ha poi continuato lo sfogo con toni più esasperati: “Cosa devo fare, mi devo buttare nel Naviglio? Mi devo sparare? Chiedo scusa, anche tra moglie e marito a volte si dicono cose impensabili. Sono disposta anche ad andare a casa della ragazza per chiederle scusa e a darle la casa senza farle pagare la cauzione, ma lei non mi risponde più e ha fatto scoppiare il caso. Le parole sono peggio delle botte”.

L’ARTICOLO COMPLETO SU SETTEGIORNI.IT: CONTINUA