Terremoto in Romagna: la forte scossa è stata avvertita anche dalle regioni circostanti.

Terremoto in Romagna

Una forte scossa di terremoto ha interessato la Romagna alle ore 13:48 con epicentro vicino a Rimini, precisamente a Santarcangelo di Romagna, INGV ha restituito per questo terremoto una magnitudo 4.0 e un ipocentro a 43km di profondità. Proprio la profondità elevata ha favorito una propagazione areale piuttosto grande del sisma che è stato avvertito oltre che a San Marino, anche nel Veneto e nelle Marche.

Nessun danno

Allo stesso tempo l’elevata profondità ne ha attutito l’energia superficiale, motivo per il qualche il terremoto non ha provocato danni mentre avrebbe potuto crearne se l’ipocentro fosse stato a 5-10km di profondità. Solo un grande spavento per le popolazioni della zona epicentrale.

Ma tanta paura e disservizi

Nella giornata odierna sono scattati i controlli nelle scuole e negli edifici pubblici. Il sisma è stato annunciato da un boato seguito da una scossa avvertita in tutta la Romagna e fino a Padova e Ancona e parte dell’appennino tosco-emiliano. Un terremoto che ha messo in allarme moltissimi residenti, alcuni dei quali usciti in strada per la paura, e intasato i centralini di vigili del fuoco e forze dell’ordine da persone che chiedevano informazioni. Fermi anche i treni sulla linea adriatica da Cesena a Riccione e tra Rimini e Cesenatico. Come da protocollo, i tecnici di Trenitalia hanno provveduto a controllare binari e infrastrutture per verificare l’assenza di danni.

Leggi anche:  Nuvoloni neri incombono in cielo PREVISIONI METEO

LEGGI ANCHE: Incendio all’ex Conventino, la trattoria divorata dalle fiamme