La gara di mostarde si terrà oggi, 2 settembre 2019 alle ore 20.30 al Padiglione 1 della Fiera Millenaria di Gonzaga.

Torna “Ardentemente”: degustazione e gara di mostarde di fattoria

Alla Millenaria di Gonzaga torna “Ardentemente” degustazione comparata di mostarde di fattoria per decretare la miglior mostarda 2019. A selezionarla quest’anno sarà una giuria popolare che sarà chiamata ad assaggiare 10 mostarde e dare un voto da 1 a 10. Le aziende che si sfideranno quest’anno per aggiudicarsi il titolo di miglior mostarda mantovana di fattoria sono:

  1. Azienda Agricola Palazzina Bassa di Gazoldo degli Ippoliti;
  2. Loghino 6 piane di Serravalle Po;
  3. Corte Villoresi di Pegognaga;
  4. Azienda agricola Zanchi di Roverbella;
  5. Loghino Vittoria di Gazoldo degli Ippoliti;
  6. Rob del Bosco di Cavriana;
  7. Figlia delle Rose di Pegognaga;
  8. Corte Garzotta di Quistello;
  9. Corte Valle San Martino di Moglia;
  10. Daolio Patrizio di Suzzara.

ogni azienda presenterà una tipologia differente di mostarda.

Qualche dato del settore

Una 40ina i produttori di mostarde mantovane di fattoria, ma il numero è in salita. Perché si sceglie di produrre la mostarda? Principalmente la scelta è dettata da una parte dalla sovra produzione di frutta e dall’altra dal fatto che dal punto di vista del reddito delle aziende è sicuramente più remunerativo. Nel 2018 sono state prodotte 15 tonnellate di mostarde di fattoria, restano in pole position i classici come mele, pere e anguria bianca, ma le aziende si stanno sempre più lanciando in gusti particolari come zenzero o pere e limone, in gara per esempio ci saranno arancia, fichi neri, finocchio, ciliegie e albicocca.
L’evento che si terrà oggi alle 20.30 nello spazio del Consorzio agrituristico mantovano, sarà anche l’occasione per fare il punto sul settore.

Leggi anche:  Il Parco del Mincio boccia l'aumento di produzione della cartiera

Il Consorzio ha svolto un grande lavoro di selezione e promozione

Il grande lavoro di selezione e promozione che il Consorzio ha svolto negli ultimi 20 anni, ha permesso di creare e sviluppare, nel caso specifico di questo prodotto, la Rete dei Produttori di Mostarda Mantovana di Fattoria, un tavolo continuo di scambio e dibattito tra aziende contadine mantovane che ha come oggetto la mostarda naturale e tradizionale nel rispetto della cultura e del territorio che rappresenta. Il Consorzio si pone come obbiettivo statutario la valorizzazione dell’eccellenze locali, e degli antichi sapere contadini tramandate nel tempo tra le generazioni agricole  attraverso  ricette e prodotti  di fattoria, che ad oggi rischiano di estinguersi nel confronto diretto col mercato alimentare della grande distribuzione.

LEGGI ANCHE: Anche Parmigiano Reggiano alla Fiera Millenaria di Gonzaga; Il Consorzio Agrituristico Mantovano si prepara alla Fiera Millenaria 2019.

TORNA ALLA HOME