Arredare con materiali naturali ed ecocompatibili è possibile. Chi desidera rispettare l’ambiente e la natura, infatti, può cominciare ad applicare questi principi attraverso l’arredamento della propria casa. Come? In primo luogo prediligendo mobili e complementi realizzati con materiali naturali ed ecocompatibili. Oltre a essere una scelta di stile attuale, permette di concretizzare il rispetto per la natura anche all’interno delle mura domestiche.

Arredare con materiali naturali ed ecocompatibili

Dal punto di vista estetico si può scegliere una vasta gamma di tonalità calde o neutre. Grazie agli stessi materiali che, essendo biocompatibili, si presentano generalmente nell’aspetto più naturale, senza lavorazioni e colorazioni chimiche. Dal legno, al midollino, al bambù fino alle fibre naturali, nell’arredamento moderno elementi realizzati con materiali originali danno un particolare carattere all’ambiente, realizzando una nuova concezione di etnico contemporaneo. Ideale per un angolo del salotto oppure per lo studio, in un arredamento composto da elementi abbinati da un certo gusto esotico, è la scelta del bambù, un materiale solidissimo, profondo e comodo, tanto che, nella sua area di provenienza, l’Asia, trova un utilizzo anche nell’edilizia (per ponti, scale, armature per il cemento, ecc.) e viene anche definito l’acciaio vegetale.

Leggi anche:  Casa a misura di bambino, bastano poche mosse

Il ruolo del bambù

Il bambù è considerato la pianta ecologica per eccellenza, e, nonostante il larghissimo uso che se ne fa in Oriente in tutti i campi (è anche un ottimo alimento), non teme affatto il pericolo dell’estinzione per la sua caratteristica di pianta “infestante” e per la sua velocità di crescita. Le fibre naturali sono un ottimo materiale, resistente, completamente biodegradabile e, soprattutto, sempre più apprezzato soprattutto nell’arredamento. Queste fibre, lavorate secondo le nuove tecnologie, costituiscono complementi d’arredo dal gusto contemporaneo.

Lo stile «naturale» dell’arredamento

Per quanto riguarda la cucina, dovendo tenere in considerazione l’utilizzo quotidiano, i mobili riservati a questo ambiente, bisogna affidarsi necessariamente a materiali igienici e pratici. Scegliendo un modello realizzato in essenza, non particolarmente trattata, si può comunque rispettare la linea che ci si è preposti. Contribuendo a definire di nuovo lo stile “naturale” dell’arredamento. La scelta in questo caso si può orientare verso un modello in legno chiaro che, grazie ad una linea semplice dei mobili, riesca a risaltare in tutta le sue qualità.