La tutela dell’ordine pubblico, la sicurezza, la salute e l’interesse della collettività, soprattutto delle categorie più deboli – come i minorenni – queste sono gli obiettivi che le Forze dell’ordine si prefiggono di raggiungere. Per questo viene punito chi vende alcol ai minori.

Le indagini tramite Facebook

Con queste finalità, il Questore Paolo Sartori ha chiuso per 8 giorni – ai sensi dell’art. 100 TUPLS – il locale Open Spice di Mantova, sito in via Circonvallazione Sud, dopo una complessa attività svolta dalla Divisione Amministrativa della Questura, comprensiva anche di indagini svolte sull’utilizzo dei social network, in particolare Facebook, e relative ad uno “student party” organizzato presso quel locale nelle scorse settimane.

Gli accertamenti della Questura sulla vendita di alcol ai minori

Gli agenti della Questura, al termine degli accertamenti sulla vicenda, hanno potuto acclarare che, in occasione dell’evento – al qualche hanno partecipato più di 200 persone, in gran parte minorenni – sono state somministrate alcol ai minori. Molti di loro sono stati ascoltati in Questura accompagnati dai genitori: i ragazzi, con le loro testimonianze, oltre a confermare l’avvenuta diffusa somministrazione di alcolici di varia natura, hanno permesso di portare alla luce una preoccupante situazione di diffusione di alcool anche in occasione di cosiddette “feste a tema” che vedono una grande partecipazione di giovanissimi.

Leggi anche:  Beve fino a sentirsi male, 23enne in ospedale SIRENE DI NOTTE

Non solo vendita di alcol ai minori… anche violazioni fiscali

Oltre a ciò, in capo al gestore dell’esercizio, si stanno valutando anche eventuali violazioni di natura fiscale. Parrebbe infatti frequente la mancata emissione di scontrini fiscali alla clientela.

La problematica della diffusione di alcol ai minori

La problematica dell’ampia diffusione di bevande alcoliche a minori è stata affrontata a varie occasioni nelle sedi Istituzionali, con la compartecipazione anche delle Autorità Scolastiche e delle Organizzazioni di categoria.

A febbraio, dopo che il Questore aveva chiuso altri noti locali del centro cittadino per gli stessi motivi, il Prefetto ed il Comitato Provinciale per l’ordine e la Sicurezza Pubblica avevano deciso di coinvolgere gli studenti organizzando, con il Provveditorato agli Studi, un concorso di idee per la realizzazione di grafici sul tema al fine di sensibilizzare i gestori.

LEGGI ANCHE: Vendevano alcol a minorenni: sospesa licenza a negozio nel centro di Mantova; Alcolici venduti agli adolescenti: vertice in Prefettura a Mantova

TORNA ALLA HOME