Alcolici a minorenni: il Questore di Mantova, a tutela della salute e dell’interesse della collettività ha disposto la chiusura del noto locale “TRE60” situato in piazza Virgiliana.

Alcolici a minorenni: il Questore chiude noto locale di Mantova

Tutelare la salute, l’interesse della collettività, la sicurezza e l’ordine pubblico, a difesa soprattutto delle categorie più deboli, come i ragazzi minorenni.

Con queste finalità, il Questore Paolo Sartori ha chiuso per 8 giorni – ai sensi dell’art. 100 TULPS – il locale “TRE60” di Mantova, sito in Piazza Virgiliana, a seguito di una complessa serie di accertamenti effettuati dalla Divisione di Polizia Amministrativa della Questura, che ha tratto spunto da varie segnalazioni pervenute nelle ultime settimane. Al locale è stata elevata anche una sanzione di 330 euro.

I controlli

Gli Agenti della Polizia di Stato, nel corso di alcuni controlli effettuati nei giorni scorsi, hanno individuato tre minorenni all’atto di consumare alcoolici e superalcoolici all’interno del locale. Ascoltati in Questura, i ragazzi, con le loro testimonianze, oltre ad ammettere, nel caso specifico, l’avvenuta, diffusa somministrazione di bevande alcooliche di varia natura – nonostante ad uno di essi fosse anche stato richiesto il documento d’identità da parte del personale del locale – hanno permesso di avere una ulteriore conferma circa precedenti episodi, avvenuti nello stesso locale, di somministrazione di alcoolici nei confronti di minorenni, che denotano ancora una volta la preoccupante situazione di diffusione di alcool tra i giovanissimi, soprattutto in occasione di cosiddette ”feste a tema”, che vedono una grande partecipazione di ragazzi di minore età.

Leggi anche:  23enne ferito in piazza, arriva l'ambulanza SIRENE DI NOTTE

“Persistenti violazioni”

La problematica dell’ampia diffusione di sostanze alcoliche tra i giovani è stata affrontata in varie occasioni nelle sedi Istituzionali, con la compartecipazione anche delle Autorità Scolastiche e delle Organizzazioni di categoria; lo scorso mese di febbraio, dopo che il Questore aveva chiuso altri noti locali del centro cittadino per gli stessi motivi, il Prefetto ed il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica avevano deciso di coinvolgere gli studenti organizzando, con il Provveditorato agli Studi, un concorso di idee per la realizzazione di grafici sul tema al fine di sensibilizzare i gestori dei locali ed i giovani sui pericoli derivanti dall’abuso di alcool.

“E’ superfluo evidenziare ancora una volta la gravità di questo fenomeno e dei pericoli che esso comporta – ha sottolineato il Questore Paolo Sartori – , per questo motivo, dopo l’ampia diffusione data alle iniziative intraprese con il coinvolgimento di tutte le parti in causa, a fronte di persistenti violazioni non resta che intervenire in maniera drastica, auspicando che per il futuro vi possa essere una sempre maggiore sensibilità condivisa ed una più efficace attenzione da parte di tutti i soggetti coinvolti”.

LEGGI ANCHE>> Dirette gratis delle partite di calcio: chiusi 114 siti illegali

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE