Nonostante le numerose segnalazioni, nonostante i ripetuti avvisi lanciati da Polizia e Carabinieri con i consigli per evitare le truffe, nonostante siano ormai all’ordine del giorno i raggiri realizzati a danni degli anziani, sono ancora numerosi i truffatori continuano ad agire indisturbati arricchendosi alle spalle di ingenui pensionati.

80enne consegna contanti e oro

E’ successo a Levata di Curtatone qualche giorno fa e il trucco è sempre lo stesso: fingersi un tecnico e suonare al campanello della propria anziana vittima. E anche questa volta ha funzionato.

Ad aprire la porta un’80enne, che ha attentamente ascoltato le parole dell’uomo presentatosi come tecnico dell’acqua che voleva solo avvertirla che poco prima si era ribaltato un camion carico di liquido infiammabile, consigliandole di chiudere tutti i rubinetti per non contaminare l’acqua, e comunicandole che anche tutti gli ori e i contati della cara si trovavano a rischio danneggiamento. Infine il suggerimento di nascondere nel frigorifero tutti i beni di valore ma, per qualche motivo attualmente ignoto, la donna ha poi deciso di consegnare tutto all’uomo, nonostante l’intervento del marito sopraggiunto alla porta visto lo strano comportamento della moglie e del “tecnico”. Quest’ultimo ha subito e in malo modo zittito l’uomo, minacciandolo – paradossalmente – che altrimenti avrebbe chiamato i Carabinieri: recuperato il malloppo il malvivente si è allontanato velocemente, raggiungendo un’auto guidata dal complice e sparendo con tutti i soldi e gli ori.

Leggi anche:  Buste paga false, sfruttamento e minacce ai dipendenti: 3 arresti a Castelgoffredo

Gli inquirenti sono ora all’opera per trovare le tracce del ladro.

LEGGI ANCHE: Ancora truffe agli anziani, i Carabinieri: “Non aprite quella porta!”

Dichiara bancarotta ma prime sottrae 900mila euro: arrestato 74enne

TORNA ALLA HOME