Arrestati rapinatori di villette, fine dell’incubo. Task force oltre confine dei carabinieri. Quattro uomini sono considerati  i colpevoli di una rapina in villa a Goito della scorsa notte e sono indagati per diversi colpi messi a segno tra la bassa veronese, il mantovano e Rovigo.

Fine dell’incubo

Come riporta il portale VeronaSettegiorni.it, all’alba del 31 agosto, i militari dei Comandi Provinciali Carabinieri di Verona e Rovigo hanno eseguito in rapida sequenza blitz nei due covi dei rapinatori che hanno fatto una violenta irruzione a Goito, nel Mantovano, traendo in arresto E.J.Z. classe 1990, M.M. classe 1987, O.S. classe 1996, pregiudicati per reati contro il patrimonio, e O.I. classe 1983, tutti extracomunitari di nazionalità marocchina, irregolari sul territorio.

Il triangolo del terrore

I malviventi si spostavano a bordo di una Fiat Sedici color oro risultata poi rubata. A Goito, hanno fatto irruzione nelle ville in maniera definibile “violenta”. Un piede di porco, una roncola (attrezzo agricolo pesante e con una grossa lama) e un bastone erano le armi preferite per vessare le proprie vittime, prima che queste potessero anche solo accorgersi dell’intrusione. Questi sono elementi che paiono essere uguali anche in altri casi.

Leggi anche:  Infortunio sul lavoro, soccorso 44enne SIRENE DI NOTTE

La vittima prediletta

Anziani, donne in casa da sole e chiunque ritenessero “debole” o facile da immobilizzare e spaventare. Da quanto è emerso nelle indagini dei militari la predilezione dei quattro malviventi era quella di colpire in abitazioni che potessero apparire “appetibili” come villette e case indipendenti.

Proseguono le indagini

Coordinati dal sostituto procuratore dottor Marco Zenatelli, le indagini proseguono. Non è escluso che possano essere i colpevoli di rapine anche fuori dal confine veronese, in Veneto e in quello mantovano. Intanto i quattro soggetti del terrore sono stati assicurati alla giustizia.

LEGGI IL SERVIZIO COMPLETO SU VERONASETTEGIORNI.IT

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!