Pluripregiudicato epulso e trasferito in Tunisia, 19 Permessi di Soggiorno revocati e 5 armi da fuoco sequestrate.

Controlli straordinari del territorio

Sono tuttora in corso operazioni straordinarie di controllo straordinario del territorio, iniziate nei giorni scorsi, disposte dal Questore della Provincia di Mantova Paolo Sartori al fine di prevenire i reati contro il patrimonio, in particolare furti in appartamento ed in luoghi pubblici, quelli collegati allo sfruttamento della prostituzione e lo spaccio di sostanze stupefacenti. Queste operazioni – effettuate con l’impiego giornaliero di oltre 70 uomini appartenenti alla Questura, alla Guardia di Finanza, al Reparto Prevenzione del Crimine, alla Polizia Stradale, alla Polizia Ferroviaria ed alla Polizia Locale di Mantova – si sono concentrate prevalentemente nella zona di piazza Cavallotti, nei Giardini Lungorio, nei Giardini Nuvolari, nei giardini di Viale Fiume, a Colle Aperto, a Ponte Rosso, nel quartiere Lunetta del Capoluogo ed a Cittadella; una particolare attenzione è stata riservata, nel corso dei predetti servizi, a quelle zone ove si registra la presenza di soggetti dediti a furti in abitazione e borseggi – in particolare le varie zone del Centro storico – così come a quelle segnalate per la presenza di attività di prostituzione – Cittadella e Colle Aperto, e di spaccio di stupefacenti – nello specifico, Lungorio e Largo Porta Pradella/Parcheggio Nuvolari e Giardini di Viale Fiume. Controlli specifici sono stati inoltre effettuati nei pressi di alcuni Istituti Scolastici e di fermate di autobus di linea; altre verifiche di polizia sono state compiute all’interno di alcuni Bar e Locali pubblici oggetto di segnalazioni e lamentele da parte di cittadini per problematiche di ordine e sicurezza pubblica, con identificazione delle persone presenti, al fine di prevenire e reprimere il fenomeno del gioco illegale e di garantire la tutela dei minori.
Complessivamente – anche nel corso di Posti di Controllo effettuati lungo le arterie che conducono in Città – sono stati controllati 175 autoveicoli e 277 persone, di cui 104 con precedenti penali e/o di Polizia.

Espulso pluripregiudicato tunisino

A seguito delle verifiche e degli accertamenti investigativi effettuati in occasione delle varie attività di polizia il Questore Sartori ha quindi adottato i seguenti Provvedimenti.
Disposta un’espulsione nei confronti di M.K., cittadino tunisino del 1982, pluripregiudicato per lesioni personali aggravate, violenza e resistenza a pubblico ufficiale, furto aggravato in abitazione, evasione, violazione di domicilio, possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso, stupefacenti e scippo, da poco scarcerato dalla Casa Circondariale di Mantova. Il predetto è stato accompagnato dagli Agenti dell’Ufficio Immigrazione della Questura all’Aeroporto di Milano – Malpensa ed è stato imbarcato sul volo per la Tunisia.

Leggi anche:  La "ladra dell'abbraccio" colpisce ancora nel mantovano

Revocati di porti d’arma e sequestrate diverse armi

Sono stati inoltre disposte due revoche di Porti d’Arma nei confronti di persone che, a seguito di particolari situazioni ovvero a causa della commissione di reati, non possedevano più i requisiti necessari. Cinque fucili di vario calibro sono stati sequestrati a soggetti che, per vari motivi – in particolare per aver commesso reati ovvero essere stati protagonisti di episodi violenti – non possiedono più i requisiti previsti per la detenzione di armi.

Revocati permessi di soggiorno

Sono stati revocati 19 permessi di soggiorno nei confronti di cittadini indiani, pachistani, tunisini, marocchini, cinesi e ghanesi, tutti con precedenti penali e/o di polizia, con conseguente intimazione a lasciare immediatamente il Territorio Nazionale.
Disposti anche 4 fogli di via obbligatori a carico di altrettante persone gravate da precedenti penali e di polizia e 3 avvisi orali nei confronti di pluripregiudicati sorpresi in atteggiamenti e luoghi sospetti, al di fuori del luogo di residenza.

Il commento del Questore

“Le attività di prevenzione di questo tipo hanno lo scopo di evitare che possano radicarsi sul territorio soggetti pregiudicati che non hanno titolo per permanervi, spesso commettendo reati che infondono particolare allarme sociale e compromettono la civile convivenza – ha sottolineato il Questore Paolo Sartori – Queste operazioni straordinarie di controllo del territorio, in particolare, effettuate sinergicamente con le altre componenti delle Forze di Polizia, rientrano nella più ampia strategia, concordata in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, finalizzata a mantenere il più elevato possibile livello di legalità nella nostra Provincia ed a manifestare concretamente la nostra vicinanza ai cittadini, facendone accrescere in tal modo la percezione di sicurezza”.