Cade silos contenente mangime e investe padre e figlio di 3 anni: il bambino era stato trasportato in arresto cardiaco all’ospedale a Mantova ma non ce l’ha fatta.

Cade silos e investe padre e figlio di 4 anni

Gravissimo incidente nel pomeriggio di domenica 4 agosto 2019 a Galvagnina di Pegognaga, verso le 17.30.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti il padre stava lavorando nell’azienda agricola di famiglia, quando il piccolo Giovanni – assieme alla mamma – è andato a salutarlo buttandosi tra le sue braccia. Poco dopo però è avvenuta la tragedia: mentre i due camminavano in prossimità di un vecchio silos contenente 60 quintali di mangime, questo si è ribaltato investendoli completamente con tutto il suo contenuto.

L’arrivo dei soccorsi

La madre ha assistito impotente alla raccapricciante caduta del silos che le ha portato via il suo bambino, ferendo gravemente il padre: la chiamata al 118 è stata immediata con il tempestivo arrivo dei soccorsi intervenuti con un’ambulanza della Croce Rossa e con un’auto medica da Suzzara, congiuntamente con un’ambulanza del Soccorso Azzurro da Bondeno. Il padre è stato liberato grazie all’intervento dei vigili del fuoco di Suzzara: sul posto, visto la gravità della situazione, anche un’autogru dalla centrale di Mantova.

Oltre ai soccorsi, un famigliare avrebbe utilizzato un trattore dell’azienda cercando di sollevare il pesante silos nella disperata ricerca del piccolo Giovanni, ma è stato tutto inutile.

Leggi anche:  Ruba il cellulare dal cestello di una bici ma le telecamere lo incastrano

Il piccolo Giovanni non ce l’ha fatta

Il padre 32enne, trovato cosciente, è stato trasportato in elisoccorso a Parma: avrebbe subito lo schiacciamento delle gambe e la frattura del bacino.

Il piccolo, invece, in arresto cardiaco era privo di conoscenza. I soccorritori hanno tentato di rianimarlo ma senza successo. E’ stato trasportato in gravissime condizioni all’ospedale di Mantova con manovre in corso. Dalle prime informazioni sembrava avesse riportato un forte trauma cranico, purtroppo però i gravi danni subiti a causa dell’incidente hanno portato a dichiarare il piccolo appena giunto in ospedale. Sembrerebbe che per alcuni minuti il bambino sia rimasto sepolto dal contenuto del silos senza avere la possibilità di respirare.

Si tratta di una vera tragedia che, però, ha bisogno di maggiore chiarezza per comprendere cosa abbia causato la fatale caduta del silos e la triste morte del piccolo Giovanni: sono per questo giunti sul posto anche i Carabinieri di Pegognaga, che hanno posto sotto sequestro il luogo del dramma per comprendere la dinamica dell’incidente e le eventuali responsabilità del caso.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE