Controlli antidroga nella mattinata di venerdì 23 febbraio 2019, all’Istituto San Giovanni Bosco di Viadana.

Controlli antidroga all’Istituto San Giovanni Bosco

Nella mattinata di venerdì 23 febbraio 2019, i Carabinieri della Compagnia di Viadana diretti e coordinati dal Luogotenente C.S. Loris Muzzo e dal Maresciallo Maggiore Massimiliano Burroni, unitamente ai colleghi del nucleo cinofili, si sono presentati nell’Istituto Tecnico Professionale “San Giovanni Bosco”, nel centro cittadino del paese. Nell’occasione sono state controllate tutte le classi e non è stato trovato nessun quantitativo di sostanza stupefacente; questo grazie anche alla campagna di sensibilizzazione messa in atto dalla dirigente dell’Istituto, la Professoressa Mariateresa Barzoni.

“Scuole sicure”

Il controllo in questione fa parte di un più ampio progetto della Prefettura denominato “Scuole sicure”, voluto dal Prefetto Dott.ssa Carolina Bellantoni d’intesa con il Comandante Provinciale dei Carabinieri Colonnello Fabio Federici e che prevede numerosi controlli presso gli Istituti della Provincia al fine di scongiurare l’uso e lo spaccio di sostanze stupefacenti negli ambienti scolastici.

Leggi anche:  Torri di Zingonia: abbattimento del market della droga di mezza regione

I Controlli in questione vengono spesso richiesti anche direttamente dalle direzioni degli istituti, con i quali l’Arma dei Carabinieri tiene una stretta collaborazione che gli permette di fare una mirata azione di controllo sull’uso di droghe da parte dei giovani.

Il Colonnello Fabio Federici, Comandante Provinciale dei Carabinieri di Mantova, esprime il suo apprezzamento per l’operazione, sottolineando che l’utilizzo di sostanze stupefacenti è sempre più diffuso e purtroppo anche all’interno degli istituti scolastici e grazie proprio al programma Scuole Sicure e alla sinergia col nucleo cinofili, questi controlli saranno sempre più frequenti, sia negli istituti scolastici che nei luoghi di ritrovo dei giovani.

“L’operazione di oggi – afferma il Colonnello Federici – rappresenta una conferma della battaglia che tutti i militari della Provincia combattono quotidianamente contro la sostanza stupefacente e contro coloro che ne favoriscono lo spaccio”.

LEGGI ANCHE: Maxi controllo a Mantova: un pluripregiudicato espulso, 4 fogli di via, una donna denunciata

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE