Utilizzavano minori per commettere furti: tre nomadi sono stati arrestati.

Utilizzavano minori per commettere furti

I Carabinieri della Stazione di Suzzara, al termine di accurate indagini, hanno identificato tre rom che, il 7 agosto 2018, si erano introdotti in un negozio di articoli per la casa gestito da commercianti di nazionalità cinese e, facendosi aiutare nel furto da un minorenne, erano riusciti ad asportare merce varia per circa 300 euro.

LEGGI ANCHE: Nostalgici del fascismo fondano partito nel Mantovano: chiesti 20 anni di reclusione

Scoperti dal titolare

Essendo stati scoperti dai titolari, i tre nomadi e il minore, sono saliti sul loro mezzo tentando di investire il derubato. Le indagini condotte dai carabinieri di Suzzara hanno permesso di identificare i tre indagati e di informare con tutti gli elementi di prova necessari il competente magistrato il quale, tenuto conto della gravità dei fatti e del fatto di aver agito utilizzando un minore non imputabile, ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per i tre ritenuti responsabili del furto.

LEGGI ANCHE: Eventi a Mantova: il programma di dicembre 2018

Leggi anche:  Troppi schiamazzi di notte: sospeso per 15 giorni lo Street Food di Piazza Mazzini

Stamane l’arresto

Una di queste è stata eseguita nella mattinata di ieri ad opera dei carabinieri di Suzzara e la donna tratta in arresto è stata tradotta presso il carcere di Mantova. Sono in ricerche in campo nazionale allo scopo di rintracciare gli altri due nomadi. 

LEGGI ANCHE: Tentato omicidio: pugnala il suo avvocato difensore