E’ successo il 6 giugno 2019: Danilo Stuani, pensionato 81enne ex dipendente di Canicossa, stava pedalando sulla sua bicicletta nei pressi di Gazzuolo, quando è stato investito da un’auto. Purtroppo, ad un mese di distanza dall’incidente, l’uomo è deceduto all’ospedale di Mantova ed è stata disposta l’autopsia. Le indagini sono ancora in corso.

L’investimento dell’81enne

Ormai da anni Stuani amava pedalare e viaggiare in sella alla sua bicicletta, facendo diversi km ogni volta. Così è stato anche quel pomeriggio del 6 giugno quando, prima delle 17.00, mentre percorreva la Strada statale 420 Sabbionetana all’ingresso di Gazzuolo, un auto lo avrebbe investito facendolo cadere rovinosamente sull’asfalto e provocandogli numerosi danni, lasciandolo in condizioni critiche.

Stuani, a seguito dell’allerta lanciata al 118, è stato trasportato con elisoccorso all’ospedale di Cremona in codice rosso. Sul posto sono giunti anche i Carabinieri di Canneto sull’Oglio, che hanno effettuati i primi accertamenti e dato il via all’indagine, tutt’ora in corso.

Le indagini per accertare la responsabilità della donna alla guida

A seguito della morte di Stuani, avvenuta nel reparto di rianimazione dell’ospedale Poma ad un mese di distanza dell’investimento, la donna alla guida dell’auto che ha investito l’81enne è ora indagata per omicidio colposo.

Leggi anche:  Rissa fuori dalla discoteca di Mantova: cinque in ospedale

Sul corpo dell’uomo è stata disposta un’autopsia ai fini delle indagini, guidate dalla procura di Mantova e rese necessaria per indagare sulla dinamica dell’evento e sull’eventuale responsabilità della donna. Sulla dinamica dell’incidente, infatti, resta ancora un grande buco nero che non permette di comprendere in che modo l’uomo sia stato investito.

TORNA ALLA HOME