Il ladro è inizialmente riuscito a fuggire ma i Carabinieri lo hanno rintracciato e arrestato.

La rapina

La vittima della rapina, residente nell’alto mantovano, si trovava sola in casa con la figlia di tre anni quando è avvenuto il fatto. La giovane madre stava dormendo quando è stata svegliata da rumori provenienti dal piano terra ma, pensando si trattasse del compagno di rientro dal turno di lavoro, non si è preoccupata più di tanto. Invece la verità era ben diversa: come in un incubo si è trovata un uomo incappucciato in casa che, con un coltello in mano, l’ha minacciata e trascinata per tutta l’abitazione per farsi consegnare soldi e gioielli, spaventandola ancor di più dicendo che se non avesse eseguito l’ordine avrebbe fatto del male a lei e alla piccola.

La donna ha quindi consegnato tutto ciò che di valore aveva in casa, soldi e gioielli, volendo porre fine a quell’incubo il più velocemente possibile. Ottenuto ciò che voleva il delinquente si è quindi allontanato velocemente dalla casa.

La prima fuga del malvivente

Dopo la fuga del malvivente la donna ha subito allertato i Carabinieri di Castiglione delle Striviere che hanno prontamente dato l’allarme a tutte le pattuglie dell’alto mantovano attivando le ricerche del rapinatore. Grazie alle tracce lasciate sulla scena del crimine dall’uomo i carabinieri del nucleo operativo di Castiglione sono riusciti a seguirlo fino al suo nascondiglio.

Leggi anche:  Alcol e guida: un binomio sempre più pericoloso

La seconda fuga e l’arresto

H.Y., 30enne di origini marocchine e responsabile del furto, è stato sorpreso nascosto nelle campagne di Castiglione e, vistosi scoperto dai Carabinieri, ha tentato una precipitosa fuga tentando persino di investire uno dei militari. Credendo di essere in salvo si è rifugiato a casa della moglie, senza però fare i conti con la determinazione dei Carabinieri che, dopo averlo raggiunto anche lì, lo hanno arrestato definitivamente.

In garage sono stati trovati gli indumenti usati dall’uomo per rapinare l’indifesa madre e, nascosti in un vaso, i soldi e i gioielli sottratti alla donna.

La denuncia dell’uomo

H.Y., già colpito da misura di prevenzione, dovrà rispondere di rapina a mano armata e resistenza a pubblico ufficiale. Condotto nel carcere di Mantova si trova ora a disposizione dell’autorità giudiziaria. Il comandante dei Carabinieri di Castiglione delle Stiviere. Tenente Colonnello Simone Toni, ha espresso il suo vivo compiacimento a tutti i militari del nucleo operativo radiomobile per la brillante operazione di servizio e per il positivo risultato conseguito.

TORNA ALLA HOME