Dramma Marcaria: addio a Katia Pognani, 51 anni, dirigente Telecom ed ex candidata sindaco. Stroncata da un ictus.

I primi segnali, poi il crollo

Stroncata da un ictus a 51 anni. Se ne va così Katia Pognani, ex candidato sindaco di Marcaria e dirigente Telecom. Pognani è morta nella notte tra mercoledì 6 marzo e giovedì 7 marzo 2019 all’ospedale di Cremona, dove era ricoverata dalle prime ore di martedì 5 marzo 2019. I primi segnali infatti si erano registrati già il giorno precedente: la 51enne aveva iniziato a stare poco bene e, a quanto pare, addirittura aveva iniziato a fare fatica a muovere una parte del corpo, oltre ad avere difficoltà a parlare.

Il ricovero in ospedale

Nella notte tra lunedì 4 marzo e martedì 5 marzo 2019, in condizioni gravi, è stata ricoverata a Cremona. Qui i medici l’hanno sottoposta ad un intervento chirurgico alla aorta. Ma l’intervento non è stato risolutivo: durante il ricovero infatti si è scoperto come la 51enne, senza che nessuno ne fosse a conoscenza, fosse già affetta da un male che, a quanto pare, senza che nemmeno lei se ne rendesse conto, la stava affliggendo da un po’ di tempo. Durante la degenza in ospedale, poi, nella notte tra il mercoledì e il giovedì, l’ictus che improvvisamente ha posto fine ad ogni speranza.

Leggi anche:  Maxi sequestro di droga e due arresti a Mantova VIDEO FOTO

Donna solare e piena di energia

Candidata a sindaco di Marcaria nel 2016 con la lista “Fare con Flavio Tosi“, la 51enne alla fine non era riuscita ad entrare in consiglio comunale. L’anno scorso, invece, si era candidata alla Camera dei Deputati con il gruppo “Noi con l’Italia“. Sposata con Alessandro Bignotti, presidente del Parco Oglio Sud e madre della 24enne Cecilia, la 51enne viene descritta come una donna piena di energia, solare, positiva, che metteva entusiasmo e voglia di fare in qualunque situazione dovesse affrontare a livello politico, pubblico, privato e in ambito di lavoro. Laureata, lavorava come dirigente Telecom ormai da anni. La scomparsa di Katia Pognani, molto conosciuta a Marcaria e limitrofi, sta provocando un sincero cordoglio in tutto il paese e in generale in tutte le persone che l’hanno conosciuta.

Sabato pomeriggio l’addio alla 51enne

La camera ardente è stata allestita negli spazi della casa di riposo Monsignor Benedini di Marcaria. Pure i funerali sono già stati fissati: verranno celebrati, con rito civile, domani, sabato 9 marzo 2019, alle 15.

LEGGI ANCHE: Teatro sociale di Asola: il cantiere prosegue a passo spedito