5 pluripregiudicati sorpresi in stazione di notte senza giustificati motivi: il Questore di Mantova emette 5 fogli di via obbligatori.

Disposti 5 fogli di via obbligatori

Il Questore della Provincia di Mantova Paolo Sartori ha emesso 5 “Fogli di Via Obbligatori” nei confronti di altrettante persone, tutte pluripregiudicate e tutte residenti nella Provincia di Napoli, sorpresi a stazionare durante la notte del 18 novembre scorso in piazza Don Leoni.

Nel corso della nottata, infatti, una pattuglia della Squadra Volante, durante il normale servizio di controllo del territorio, verso le 2,30 ha notato un gruppo di persone che sostavano con fare sospetto nei pressi della Stazione Ferroviaria di Mantova, e decideva pertanto di procedere alla loro identificazione.
Le 5 persone fermate, in quell’occasione, riferivano agli Agenti di Polizia, per motivare la propria presenza in quel luogo, di essere stati al concerto di Renato Zero, che si era svolto qualche ora prima alla “Grana Padano Arena”, per vendere vari tipi di gadget, non ufficiali, dell’artista che si era appena esibito.

Tutti i fermati avevano precedenti penali

Nel corso dei controlli eseguiti sul posto gli Agenti della Volante non hanno rinvenuto alcun tipo di oggetto di merchandising riferito al cantante; tuttavia, dalle verifiche effettuate tramite l’interrogazione alla Banca Dati del Ministero dell’Interno risultava, che ognuno dei soggetti fermati aveva a proprio carico una moltitudine di precedenti penali, tra i quali: ricettazione, commercio di prodotti falsificati, associazione a delinquere, furto aggravato, insolvenza fraudolenta, violenza e minaccia a Pubblico Ufficiale, frode nell’esercizio del commercio, contrabbando di tabacchi e diversi divieti di ritorno in svariati Comuni d’Italia.

Leggi anche:  Arrivano per soccorrerlo ma lui sotto l'effetto di droga li aggredisce

Soggetti ritenuti pericolosi

Tutte le circostanze emerse nel corso degli accertamenti eseguiti sui fermati, così come le motivazioni dichiarate circa la loro presenza nel territorio cittadino, quindi, venivano attentamente vagliati dalla Divisione Anticrimine della Questura di Mantova che, ai fini preventivi di tutela per l’ordine e la sicurezza pubblica, ha comunicato immediatamente quanto accaduto al Questore. In considerazione, pertanto, della pericolosità dei soggetti segnalati, e del fatto che nessuno di loro aveva motivi leciti e plausibili per rimanere nel territorio mantovano, il Questore Sartori ha emesso nei confronti di F.A di 47 anni, T.P. di 42 anni, A.G. di 46 anni, G.M. di 48 anni, G.G. di 46 anni, tutti residenti a Napoli, la Misura di Prevenzione Personale del Foglio di Via Obbligatorio per un anno, durante il quale i soggetti citati non potranno fare ritorno nel Comune di Mantova.

LEGGI ANCHE: Rischio esondazione, oggi chiusi i ponti Dosolo-Guastalla e Viadana-Borretto

TORNA ALLA HOME