I Vigili del fuoco sono intervenuti verso le 2.00 di questa notte per spegnere l’incendio divampato a Villa Riva Berni,  seicentesca proprietà della nobile famiglia dei marchesi Riva-Berni di Mantova. L’incendio sarebbe scoppiato poco dopo l’1.00 nella biblioteca, riuscendo a raggiungere in breve tempo gran parte della casa. A causa del fuoco la preziosa biblioteca che nel corso degli anni era stata arricchita dalla famiglia è andata completamente distrutta.

Ai cucini Tommaso e Sebastiano Riva Berni non sono mai arrivate minacce.

Furto con incendio nell'ex Parlamento del Nord
Le cornici delle opere rubate

Non si esclude l’incendio doloso

Questa mattina, dopo otto lunghe ore di intervento dei Vigili del fuoco di Suzzara per domare l’incendio, i proprietari sono riusciti a entrare nella Villa Riva Berni facendo un’amara scoperta: prima dell’incendio la villa era stata saccheggiata. Si tratterebbe di un furto di opere d’arte: mancano infatti alcuni ritratti in rilievo su marmo dei 12 apostoli, opere di grande valore risalenti al ‘700, che erano esposti nella sala a loro dedicata. Gli inquirenti devono ora capire se il rogo sia stato volutamente appiccato dai ladri per coprire le proprie tracce o se sia dovuto ad una causa accidentale. Potrebbe trattarsi di furto su commissione.

Leggi anche:  Scoperto a rubare rame... e non era la prima volta: arrestato

Villa Riva Berni ex sede del Parlamento del Nord di Bossi

La Villa, situata a Bagnolo San Vito, alle porte di Mantova, è stata edificata nel XVII secolo e recentemente restaurata. E’ conosciuta da molti anche per il fatto che per quattro anni, dal 1995 al 1999, è stata la prima sede ufficiale del Parlamento del Nord voluto da Bossi.

Furto con incendio nell'ex Parlamento del Nord
Le cornici delle opere d’arte rubate

Il commento di Sebastiano Riva Berni

“Adesso è il tempo di pensare a cos’abbiamo perso. La biblioteca era storica, la mia famiglia l’aveva coltivata per tante e tante generazioni ed è andata tuta distrutta, questo ferisce molto. Adesso vedremo e cerchiamo di andare avanti.”

TORNA ALLA HOME