Una pattuglia della Polizia Stradale di Mantova ha proceduto, alcuni giorni fa, al controllo di un furgone che transitiva presso Goito, sulla S.P. 236.
Dopo averlo fermato, gli operatori della Polizia Stradale hanno chiesto al conducente di visionare l’interno del furgone, appurando che si trattava di un furgone non in regola, inidoneo al trasporto di alimenti freschi in quanto privo del gruppo frigorifero necessario per mantenere una temperatura tale da impedire il deperimento del contenuto trasportato,ossia del pane ed una torta a forma di “stivale” , e non in linea con le norme igieniche.

Furgone non in regola per il trasporto di alimenti: la normativa in merito

La rigorosa normativa vigente in materia prescrive, infatti, che i vani di carico dei veicoli e i contenitori utilizzati per il trasporto di alimenti debbano essere puliti, sottoposti a regolare manutenzione per evitare che il cibo venga contaminato e progettati per consentire un’adeguata pulizia e disinfezione. I vani e contenitori non debbono, inoltre, trasportare altri materiali: se il veicolo trasporta, in momenti separati, prodotti diversi, il conducente dovrà pulire il mezzo tra un carico e l’altro.
Nel caso specifico, la torta non solo era scoperta e non refrigerata, ma anche adagiata sul pianale del furgone, sporco ed arrugginito; inoltre, il dolce stava attirando numerosi insetti, ed era sicuramente destinato a sciogliersi prima dell’arrivo presso una sala bingo di Brescia, destinazione finale del trasporto.

Leggi anche:  La "ladra dell'abbraccio" colpisce ancora nel mantovano

Il proprietario si è giustificato dicendo di aver "sbagliato furgone": 1000 euro di sanzione.

Le scuse del proprietario del furgone non in regola

Il titolare del forno nonché del furgone non in regola, giunto sul posto, cercava di addurre giustificazioni (completamente divergenti da quanto poco prima dichiarato dall’autista), sostenendo che la torta fosse destinata al festeggiamento del compleanno di un suo amico, festeggiamento che si sarebbe tenuto nel mantovano, e che era stata trasportata con quel furgone per errore.

1000 euro di sanzione e analisi della torta

Gli operatori contestavano la violazione dell’articolo 6 comma 5 del d.lg. 193/07, irrogando una sanzione pari a 1000 euro; i tecnici dell’ ATS Valpadana, giunti sul posto, hanno prelevato un campione della torta per l’analisi e i successivi adempimenti di legge.

Giordana Liliana Monti

TORNA ALLA HOME