Hanaa Bouchouata sarebbe morta: il suo il cadavere sarebbe quello ripescato in mare a Marina di Ravenna. 

Hanaa è morta

E’ una conferma che i congiunti della 17enne Hanaa speravano di non avere, invece potrebbe essere arrivata. Gli inquirenti hanno confermato il sospetto che aleggiava da quando era stato ripescato quel cadavere nel Ravennate. Gli accertamenti effettuati dopo il ripescaggio del corpo, avvenuto nel pomeriggio di mercoledì 1 maggio 2019, hanno confermato che si potrebbe trattare proprio della 17enne di Bozzolo. La conferma arriva dall’arcata dentale che corrisponderebbe a quella di Hanaa. Per essere definitivamente sicuri, però, si stanno anche terminando i confronti con il dna dei familiari, che dovrebbero arrivare a giorni.

LEGGI ANCHE: L’appello disperato dei familiari ad Hanaa

La scomparsa

La minorenne il giorno della scomparsa era attesa a casa dopo la scuola a Cremona e un giro con le amiche a Casalmaggiore. Nella cittadina gli ultimi avvistamenti, poi aveva fatto perdere le proprie tracce. La minorenne di origine marocchina ma con nazionalità italiana abitava a Bozzolo nel Mantovano insieme ai genitori e a sette, tra fratelli e sorelle. Doveva arrivare in treno da Cremona, dove frequentava l’istituto superiore Antonio Stradivari. Dal treno però non era mai scesa e non aveva fatto rientro a casa. I familiari avevano provato a chiamarla sul cellulare, ma invano. Dopo alcune ore di attesa, i genitori si sono rivolti ai carabinieri e avevano lanciato un appello a Chi l’Ha Visto?. 

Leggi anche:  27enne tenta di truffare l'esame della patente ma viene beccato e denunciato

Gli effetti personali in riva al fiume

Ad affievolire ulteriormente le speranze era stato il ritrovamento di alcuni effetti personali di Hanaa in riva al Po, dopo pochi giorni dalla sua scomparsa. Un indizio che ha fatto temere un epilogo tragico, che purtroppo si è realizzato.

LEGGI ANCHE: 24enne disperso nel Mincio, il racconto dei pescatori