Imprigionato nell’auto a Moglia: il 46enne ancora ricoverato in ospedale a Parma. Non è in pericolo di vita ma le sue condizioni sono serie.

Ancora grave dopo lo schianto

E’ ancora in condizioni serie, ricoverato all’ospedale di Parma, il 46enne rimasto imprigionato per ore nella propria auto a seguito dell’incidente stradale che si è verificato nella notte tra sabato 13 e domenica 14 aprile 2019 lungo via Tullie, sul confine tra Moglia e Reggiolo, in provincia di Reggio Emilia. Le sue condizioni, tenute attentamente monitorate dai medici, sono stabili, ma comunque serie: il 46enne avrebbe riportato un trauma facciale e toracico, oltre forse anche a una frattura della spalla e del bacino.

Imprigionato nell’auto finita nel fosso

L’uomo è rimasto imprigionato nella propria auto per diverse ore nel corso della notte. Originario di Moglia e residente nella vicina Reggiolo con la famiglia, stava tornando a casa dopo una serata con alcuni amici. All’altezza di una curva, però, avrebbe perso il controllo del veicolo andando a finire in un fosso per poi schiantarsi contro il muretto di accesso ad un’abitazione vicina. Quasi sicuramente a causa dello schianto e dei traumi riportati, il 46enne non è stato in grado di chiamare i soccorsi. Ad accorgersi dell’auto nel fosso, solamente domenica mattina verso le 7, dopo diverse ore dall’incidente, un allevatore che stava rientrando a casa dopo aver portato il latte al caseificio.

Leggi anche:  Piantagione di marijuana a Felonica: tre arresti

Arriva anche l’elisoccorso

Subito sul posto sono arrivati i vigili del fuoco, la polizia stradale e i soccorritori del 118 con un’eliambulanza. Il 46enne, comprensibilmente sotto shock per l’incidente e per le ore passate imprigionato all’interno dell’abitacolo della propria auto, con tutte le cautele del caso è stato estratto dal veicolo e poi caricato sull’elicottero che l’ha portato all’ospedale di Parma dove si trova tutt’ora ricoverato.

 

LEGGI ANCHE: