Incidenti Autobrennero: camion prende fuoco e schianto mortale tra un furgone e un camion in carreggiata sud. Lunghe code, traffico in tilt e soccorsi in azione.

Camion di alimentari in fiamme

Due incidenti nel giro di poche ore, uno dei quali mortale, entrambi in carreggiata sud, provocano il caos lungo l’Autobrennero. La mattina di oggi, mercoledì 27 febbraio 2019, verso le 6, a poca distanza dal casello di Pegognaga, un camion che trasportava alimentari è andato a fuoco. Il conducente, prima che le fiamme iniziassero a propagarsi, ha fatto in tempo ad entrare in corsia di emergenza e a fermare il veicolo. Subito è scattato l’allarme: nel giro di pochi istanti sono arrivati i vigili del fuoco – prima di Mantova e poi di Suzzara – e la polizia stradale per regolare il traffico. In pochi istanti in carreggiata sud hanno iniziato a formarsi lunghe code e la situazione è tornata alla normalità solamente verso le 9.

Schianto tra furgone e camion: un ferito gravissimo

Sempre in carreggiata sud, verso le 12 di oggi mercoledì 27 febbraio 2019, si è verificato un altro incidente, in questo caso tra i caselli di Mantova nord e Mantova sud. L’incidente vede lo schianto tra un furgone e un camion. A quanto pare il conducente del furgone, il 57enne Alberto Tellini di Motteggiana, abbagliato dal sole, non si sarebbe accorto di una di veicoli al termine della quale si trovava il camion. Il 57enne, a tutta velocità, è andato a schiantarsi contro il rimorchio del mezzo pesante, rimanendo parzialmente incastrato. I sanitari giunti sul posto lo hanno soccorso subito. Una volta stabilizzato, l’uomo è stato caricato sull’elisoccorso e poi portato all’ospedale di Cremona, dove però è deceduto poco dopo l’arrivo a causa della gravità dei traumi e delle ferite riportate.

Leggi anche:  Torri di Zingonia: abbattimento del market della droga di mezza regione

L’inferno solamente una settimana fa

Solamente una settimana fa, giovedì 21 febbraio 2019, in entrambi i sensi di marcia si scatenò l’inferno. A causa della nebbia e, probabilmente, di alcune distrazioni da parte dei conducenti, si verificarono un incidente mortale e una serie di tamponamenti a catena che provocarono lunghissime code e la chiusura della carreggiata nord dell’Autobrennero dalle 9 del mattino fin verso le 15. Oltre alla persona che perse la vita, rimasero ferite anche una trentina di persone che vennero portate nei vari ospedali tra le province di Mantova e Verona. Nel momento di massimo caos, tutti i caselli da Nogarole Rocca, in provincia di Verona, fino a Campogalliano, in provincia di Modena, vennero chiusi.

 

LEGGI ANCHE: Veleni asfalto: ecco dove si sono svolti tutti i lavori “fuorilegge” nel Mantovano