Lavoro nero: controlli della Guardia di Finanza nel settore della ristorazione hanno portato alla scoperta di 11 lavoratori irregolari e alla sospensione di quattro attività.

Lavoro nero: 11 lavoratori irregolari

La Guardia di Finanza di Castiglione delle Stiviere ha eseguito una serie di controlli per verificare il rispetto delle norme a tutela del lavoro nel settore della ristorazione.
L’attività di servizio ha consentito di individuare 11 lavoratori irregolari, di cui 9 completamente in nero, ovvero non contrattualizzati e privi di qualunque forma di tutela anche dal punto di vista contributivo e previdenziale.

Nessuna attività regolare

Nessuna delle cinque attività commerciali controllate è risultata regolare. In particolare, nel corso di un controllo effettuato nei confronti di una “pizzeria da asporto” la totalità dei quattro lavoratori impiegati era priva di qualsiasi documentazione obbligatoria di lavoro. Dieci degli undici lavoratori identificati, di cui sei donne, sono risultati di nazionalità italiana, mentre una era di nazionalità rumena.

Sanzioni amministrative

Sono state contestate sanzioni amministrative per circa 35mila euro e, a seguito della segnalazione delle violazioni all’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Mantova, è stata disposta la sospensione dell’attività per quattro delle imprese ispezionate.

Leggi anche:  Come prevenire la diffusione delle zanzare? Un incontro pubblico

Con la suddetta attività prosegue l’azione condotta dai militari della Guardia di Finanza per contrastare lo sfruttamento di manodopera ed il lavoro nero, fenomeni che, oltre a generare un mancato gettito tributario a favore dell’erario, creano una grave concorrenza sleale ai danni degli operatori commerciali che agiscono nel pieno rispetto della legalità.