Maxi blitz ai Cinque Continenti: in carcere 7 pusher. Non avevano rispettato il divieto di dimora emesso nei loro confronti alla fine dello scorso marzo.

Sette pusher arrestati

Sette pusher arrestati e ora in carcere a Mantova. L’operazione, nel corso delle ultime settimane, è stata messa in atto dai carabinieri della Compagnia di Castiglione delle Stiviere, che sono andati a colpire quegli spacciatori sui quali gravava un divieto di dimora a Castiglione, in provincia di Mantova e in provincia di Brescia. I sette sono stati arrestati con un’ordinanza del giudice per le indagini preliminari Matteo Grimaldi come aggravamento della prima ordinanza di divieto di dimora, che era stata emanata alla fine dello scorso marzo.

Non lasciavano il quartiere

A seguito di lunghe indagini che si erano svolte lo scorso inverno, infatti, i carabinieri avevano individuato 17 soggetti, tutti residenti e con base nel quartiere Cinque Continenti, dediti all’attività di spaccio di sostanze stupefacenti e altre attività riconducibili alla mircocriminalità. Nei confronti dei 17 soggetti, erano state emessealtrettante ordinanze di divieto di dimora a Castiglione, in provincia di Mantova e in provincia di Brescia. Ma, come spiegato nella mattinata di oggi, giovedì 9 maggio 2019, durante la conferenza stampa dei carabinieri, gli accertamenti sono proseguiti. I militari hanno così appurato come di quei 17 destinatari di divieto di dimora, 8 effettivamente avessero adempiuto all’ordinanza. Nove, al contrario, continuavano a frequentare il quartiere a gestire i propri traffici. Sulla scorta di tali accertamenti, i carabinieri e la Procura di Mantova hanno quindi chiesto e ottenuto un aggravamento dell’ordinanza di divieto di dimora, che si è trasformata in una ordinanza di custodia cautelare in carcere. Nel corso delle ultime settimane sette dei nove mandati di arresto sono stati eseguiti: due, invece, non sono ancora stati concretizzati. Due soggetti quindi non sono ancora stati individuati ma i militari di Castiglione sono sulle loro tracce.

Leggi anche:  Condannato a 12 anni il macellaio arrestato a Bagnolo San Vito: aveva accoltellato e stuprato la compagna

Gli arrestati

Le persone tratte in arresto sono S.A.,42enne; T.A., 43enne; G.H., 22enne; E.S.M., 30enne; K.A., 56enne; L.A., 37enne; A.D.S., 40enne. Sono tutti di origine marocchina e domiciliati a Castiglione delle Stiviere.

Di notte a volto coperto

Come appurato dai carabinieri durante i controlli, i nove soggetti, consapevoli dell’ordinanza di divieto di dimora, erano soliti frequentare il quartiere nelle ore notturne e, spesso, a volto semicoperto con cappucci, berretti e indumenti dello stesso tipo.

L’operazione va avanti

Come spiegato dal comandante della Compagnia carabinieri di Castiglione Simone Toni, accompagnato in conferenza stampa dal comandante del Norm Angelo Calvetti e dal suo collaboratore Domenico Miccolis e dal comandante della stazione di Castiglione Antonio Di Nuzzo, i controlli e gli accertamenti vanno avanti. “Dopo questi arresti – ha spiegato il maggiore Toni – nel quartiere si respira aria nuova e la vita sta davvero ricominciando. Stiamo lavorando tutti insieme, forze dell’ordine e Comune, per riqualificare e risanare il quartiere castiglionese“.

 

LEGGI ANCHE: Scomparsa a Pistoia: denunciata 24enne mantovana che si è inventata false informazioni sul caso