Maxi rissa in campo: la gara domenicale tra Sustinentese e Real Porto finisce a botte con due giocatori, uno dei quali svenuto, portati in ospedale.

Maxi rissa a 15 minuti dalla fine

Un’uscita del portiere e uno dei due giocatori che finisce a terra. Sarebbe patita da quell’episodio la maxi rissa che, a circa 15 minuti dalla fine del match di domenica 31 marzo 2019 tra Sustinentese e Real Porto, ha provocato la sospensione del match e il trasporto in ospedale di due giocatori, uno dei quali, tra l’altro, in quel momento privo di conoscenza. Dall’episodio, infatti, sarebbe nato inizialmente uno scontro verbale che, però, nel giro di pochi istanti sarebbe degenerato in una vera e propria rissa a suon di botte e, a quanto pare, anche qualche testata.

Arriva il 118, gara sospesa

Alla fine l’arbitro, considerato che quel che stava accadendo in campo non era una partita di calcio ma un parapiglia, non ha potuto fare altro che sospendere tutto. Nel frattempo sono intervenuti anche i soccorritori del 118 che hanno provveduto a portare al pronto soccorso dell’ospedale di Mantova due giocatori di 21 e 51 anni, uno dei quali al culmine dei fatti registrati, avrebbe anche perso conoscenza. Nel corso della settimana da parte del giudice sportivo potrebbe arrivare qualche decisione successiva a quanto accaduto in campo.

Leggi anche:  30enne somalo presenta istanza di asilo politico in Italia e in Germania: trasferito a Francoforte

 

LEGGI ANCHE: Spaccio di droga: nei guai un 18enne e un 19enne grazie al fiuto infallibile del cane Grom