Mega rave nel Mantovano: circa 600 ragazzi da tutta Italia e anche dall’estero, ma non è stato per nulla divertente come speravano.

Mega rave a Soave

Si erano dati appuntamento, soprattutto grazie al web, in un casale abbandonato a Soave di Porto Mantovano, Corte Raffaina. Non è andata come speravano. Una pattuglia del radiomobile di Mantova li ha seguiti a distanza senza farsi notare, quando hanno intuito la portata dell’evento hanno chiamato i rinforzi. Così, al rave, oltre ai 600 ragazzi circa, c’erano anche le pattuglie di Bigarello, Porto Mantovano e Borgo Virgilio, oltre ad alcuni ufficiali e sottoufficiali del comando provinciale di Mantova, nonché il questore di Mantova.

Organizzatori tutti identificati

Avevano appena iniziato a ballare quando sono scattate le operazioni di identificazione. Le forze dell’ordine fanno sapere che gli organizzatori sono già stati tutti identificati. Laddove emergeranno delle violazioni al codice penale i militari provvederanno a inviare una segnalazione alla Procura. Possibili fogli di via.

LEGGI ANCHE: Si cerca il corpo di Brenda nel Mincio

Leggi anche:  Malori e violente risse SIRENE DI NOTTE