Brunetto Muratori dopo aver confessato l’omicidio di Sandro Tallarico ora indica dove si troverebbe l’arma del delitto.

Omicidio del Ponte: l’arma

Muratori, prinicipale indagato per l’omicidio del Ponte di San Giorgio in cui ha perso la vita Sandro Tallarico, dopo essersi professato innocente per più di un anno nonostante le forti prove a suo carico, ha recentemente ammesso la propria colpevolezza. Ora l’attenzione degli inquirenti è concentrata sul ritrovamento dell’arma del delitto. Muratori ha dato precise indicazioni al proprio legale circa il luogo in cui avrebbe gettato l’arma del delitto.

Nel lago

L’omicida dice di aver gettato la pistola con la quale ha freddato Tallarico in zona Büs dal gat. La zona delle ricerche è stata ristretta a un tratto rivierasco del lago di Mezzo di oltre seicento metri. I sommozzatori, al momento, non hanno ancora rinvenuto l’arma. Le ricerche massive e concentrate nelle acque inizieranno questo mese.

LEGGI ANCHE: Trovata morta nelle acque del Po la donna scomparsa