I luoghi delle operazioni di controllo straordinario

Le operazioni di controllo straordinario del territorio disposte dal Questore Sartori in questo fine settimana si sono concentrate nelle “aree a rischio” della città capoluogo e della Grande Mantova, con pattugliamenti mirati in piazza Cavallotti,piazza Don Leoni, Lungorio e Giardini Viola, oltre che nei quartieri cittadini di Borgo Angeli, Lunetta, Cittadella e Ponte Rosso, nonché negli esercizi pubblici e centri di aggregazione di cittadini di origine straniera. Controlli serali sono stati disposti anche nei giardini pubblici di Viale Fiume.

Prevenzione dei reati contro il patrimonio e di spaccio

Le operazioni di controllo straordinario effettuate – che hanno visto l’impiego di oltre 40 uomini appartenenti alla Polizia di Stato (Questura, Reparto Prevenzione Crimine, Polizia Stradale e Polizia Ferroviaria), alla Guardia di Finanza ed alla Polizia Locale – sono state mirate principalmente alla prevenzione dei reati contro il patrimonio, lo spaccio di sostanze stupefacenti ed il contrasto a situazioni di degrado e microcriminalità.

Attenzione alle zone di spaccio

Nel corso dei pattugliamenti, particolare attenzione è stata riservata anche a quelle zone della città segnalate per la presenza di attività di spaccio di stupefacenti (parchi cittadini, in particolare i Giardini Nuvolari, in cui, la scorsa settimana, è stata rinvenuta dagli Agenti del Reparto Prevenzione Crimine della sostanza stupefacente occultata in un cespuglio, destinata allo spaccio).

Prostitute e armi

Inoltre, è proseguito – nei turni serali e notturni – il monitoraggio della presenza di soggetti dediti alla prostituzione nei quartieri di Cittadella, Colle Aperto e Ponte Rosso. Due prostitute individuate nel corso delle operazioni di controllo straordinario sono state allontanate. Gli Agenti della Polizia Amministrativa hanno proceduto a ritirare – a scopo cautelare – 5 fucili e 2 pistole, detenuti da soggetti che, per il loro atteggiamento violento, sono stati ritenuti dal Questore non più idonei ad avere il porto d’armi.

Leggi anche:  Malore e caduta, due uomini in ospedale SIRENE DI NOTTE

Oltre a ciò il Questore ha provveduto, negli scorsi giorni, a revocare 7 licenze di porto d’armi nei confronti di altrettante persone residenti nella nostra Provincia, dal momento che, con le loro condotte contrarie alla legge, non potevano più essere considerate “affidabili” per detenere armi.

Espulsioni di tre extracomunitari clandestini pregiudicati

A seguito delle operazioni di controllo straordinario, sono state eseguite le espulsioni di  3 extracomunitari clandestini pregiudicati, espulsi con accompagnamento nei Paesi di provenienza.
Il Questore ha inoltre disposto 9 revoche di Permessi di soggiorno nei confronti di altrettanti cittadini extracomunitari che, avendo commesso reati di varia natura, non hanno più titolo per soggiornare legalmente nel nostro Paese.

Il complesso delle attività svolte dalla Questura

La complessiva attività ha permesso di identificare 153 persone, di cui 59 pregiudicate; 14 sono gli esercizi pubblici controllati. Nel corso di specifici posti di controllo, effettuati in corrispondenza degli accessi alla città, venivano fermati e controllati 67 veicoli con il concorso della Polizia Stradale e della Polizia Locale, ed elevate 8 contravvenzioni ai sensi del Codice della Strada.
Il Questore, al termine dei servizi, ha emesso, altresì, i seguenti provvedimenti:

  • 4 Avvisi Orali nei confronti di altrettanti pregiudicati condannati con sentenze passate in giudicato per reati contro il patrimonio e contro la persona;
  • 4 Fogli di Via Obbligatori a carico di altrettante persone gravate da precedenti penali e di polizia, residenti in Comuni esterni alla nostra Provincia, in quanto presenti sul nostro territorio senza alcun motivo.

TORNA ALLA HOME