Precipita elicottero a Pegognaga: morto il pilota 37enne. Si indaga sulle cause del tragico incidente.

Il boato e poi lo schianto

Un boato e poi un elicottero di piccole dimensioni che si schianta al suolo. Ha perso così la vita, nella tarda mattinata di oggi, venerdì 3 maggio 2019, il 37enne reggiano Alessandro Foglio Bonacini. Pilota di auto per la Lamborghini Squadra Corse, aveva anche il brevetto per guidare elicotteri di piccole dimensioni. Partito da Fossoli di Carpi, era arrivato fino a Pegognaga per salutare un amico, titolare di un’azienda a poca distanza da dove si è verificata la tragedia.

La testimonianza

Amico che effettivamente è uscito dalla propria azienda per salutare il 37enne ed è stato testimone diretto di quanto accaduto: dopo essersi abbassato di alcuni metri per un saluto, l’elicottero avrebbe ripreso quota per ripartire. Ma, durante la manovra, qualcosa è evidentemente andato storto. Il velivolo infatti avrebbe compiuto qualche peripezia in aria fin quasi a capovolgersi, dopodiché un forte boato e infine lo schianto al suolo a tutta velocità. L’elicottero è piombato su di una colonnina del metano, provocando una imponente fuga di gas bloccata dai vigili del fuoco e dai tecnici del settore. Nell’udire il boato, i dipendenti dell’azienda dove si è schiantato il velivolo, sono corsi fuori dal capannone dove sono poi dovuti tornare in brevissimo tempo, stanti i detriti e i pezzi di elicottero che stavano piovendo a terra.

Leggi anche:  Con il coltello in auto: denunciato dai carabinieri

Mistero sulle cause

Cosa abbia provocato il terribile schianto non è dato sapere. Se si sia trattato di un problema tecnico o se di un errore umano: saranno la magistratura e i tecnci dell’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo (Ansv) a fare chiarezza su quanto successo. Il velivolo, posto sotto sequestro dai carabinieri su disposizione della procura di Mantova, è rimasto a terra nel punto dove si è schiantato fino all’arrivo dei tecnici di Ansv per i rilievi del caso.

Amici e moglie sul posto

Ieri mattina, subito dopo la tragedia, sul posto sono arrivati diversi amici del 37enne oltre la moglie, che alla notizia ha avuto un lieve malore ed è stata soccorsa dal personale medico che era già sul posto. A Pegognaga sono arrivati anche quello che era stato l’istruttore di volo del 37enne e il proprietario della società, che ha sede a Fossoli di Carpi, in provincia di Modena, che nella mattinata del 3 maggio 2019 aveva noleggiato l’elicottero al 37enne. Il pilota infatti era partito proprio da Carpi per un tour con saluto all’amico titolare dell’azienda a Pegognaga. Poi, una volta giunto fino nel Mantovano, la tragedia ancora senza spiegazioni.

 

LEGGI ANCHE: Controllo straordinario del territorio: una persona arrestata e due denunciate