Schianto mortale Gazzuolo: l’elettricista 79enne Angelo Ardori perde la vita schiantandosi contro un tir sulla Sabbionetana.

Furgone a zigzag, poi lo schianto fatale

Una sbandata improvvisa, il furgone che va a zigzag e poi lo schianto fatale contro un tir. Ha perso così la vita, nel pomeriggio di ieri, lunedì 4 marzo 2019, l’elettricista 79enne Angelo Ardori, originario e residente a Gonzaga. L’uomo stava raggiungendo un’azienda a Commessaggio e stava guidando il proprio furgone lungo la Sabbionetana, quando improvvisamente avrebbe perso il controllo del mezzo. Secondo alcuni testimoni, infatti, il furgone avrebbe zigzagato per alcune decine di metri prima di andare a schiantarsi in modo frontale contro il camion che stava giungendo dalla direzione opposta. Dettaglio, questo, che lascia pensare che l’elettricista sia stato colto da un improvviso malore.

La scoperta da parte del figlio

Il 79enne, mentre era in viaggio diretto verso l’azienda di Commessaggio, era preceduto per un centinaio di metri dal figlio Daniele, pure lui elettricista. Quest’ultimo era giunto alla meta pochi istanti prima del padre e lo stava aspettando. Dopo un po’ di attesa, rendendosi conto che suo padre ci stava mettendo troppo tempo, ha ripercorso un tratto di strada in senso contrario. Dopo solo alcuni metri la tragica scoperta: lungo la strada il terribile schianto tra il camion, guidato da un autista di nazionalità moldava residente in provincia di Brescia, e il furgone guidato da suo padre.

Leggi anche:  Scoperta azienda che favoriva l'ottenimento della cittadinanza a stranieri irregolari

L’arrivo dei soccorsi: tutto inutile

Subito il figlio dell’elettricista ha chiamato i soccorsi. Sul posto si sono precipitati i vigili del fuoco, i carabinieri e i sanitari del 118 che hanno provato a rianimare il 79enne. Tutto inutile, però: troppo gravi i traumi riportati nel devastante impatto. Alla fine, purtroppo, è stato dichiarato il decesso. Non è escluso che il 79enne elettricista potesse aver perso la vita prima dello schianto, forse proprio per il malore improvviso che potrebbe averlo colpito e che potrebbe essere la causa del fatale sinistro. La Sabbionetana è rimasta chiusa per alcune ore durante i rilievi dei carabinieri e fino alla rimozione dei mezzi incidentati. Illeso l’autista del camion.

 

LEGGI ANCHE:Paura Suzzara: auto in fiamme nella notte di fronte al pronto soccorso