Schiavi nei campi a Castel Goffredo: due in arresto per caporalato. Braccianti regolari ma sottopagati: 4 euro l’ora. Blitz dei carabinieri.

Schiavi nei campi agricoli

Pagati 4 euro l’ora per 12-13 ore di lavoro al giorno: erano tutti regolari sul territorio nazionale e regolarmente assunti, ma evidentemente sottopagati. Per questo i carabinieri, al termine di un blitz avvenuto nelle campagne di Castel Goffredo, hanno arrestato un 30enne e un 35enne originari del Bangladesh che ora si trovano nel carcere di Mantova a disposizione dell’autorità giudiziaria. Nei loro confronti l’accusa è di concorso nel reato di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro caporalato. I due arrestati potrebbero andare a processo già oggi, giovedì 27 giugno 2019.

Sei operai in buone condizioni

I militari, nell’ambito dell’accertamento, hanno trovato nell’azienda agricola sei braccianti di origine straniera. Come detto, tutti erano regolari sul territorio nazionale e regolarmente assunti, ma la paga oraria decisamente troppo bassa rispetto a quanto previsto dal contratto di categoria. I braccianti, inoltre, sono stati trovati in buone condizioni di salute.

Leggi anche:  Sfruttamento lavoro: pagati 2,50 euro l'ora per produrre calze
I braccianti nell'azienda di Castel Goffredo
I braccianti nell’azienda di Castel Goffredo

800 euro per eventuali confische

Nel corso del blitz, i carabinieri hanno trovato anche la somma di 800 euro in contanti ritenuta provento di illeciti dell’attività commerciale versata in deposito giudiziale in attesa di un eventuale confisca.

Encomio del comandante provinciale

Nel corso del blitz sono intervenuti i carabinieri della stazione di Castel Goffredo insieme ai colleghi della stazione di Guidizzolo con il personale del Nucleo ispettorato del lavoro di Mantova e la polizia locale del Comune di Castel Goffredo. Al termine dell’operazione, il comandante provinciale dei carabinieri, colonnello Fabio Federici, ha espresso il proprio apprezzamento ai militari della Compagnia di Castiglione delle Stiviere per la brillante operazione di servizio e per i positivi obiettivi conseguiti, finalizzati a contrastare le situazioni lavorative irregolari nel campo dell’agricoltura, che portano troppo spesso a ledere la dignità degli stessi lavoratori.

LEGGI ANCHE: Caldo record: oggi sarà il giorno più hot VIDEO